Seguici su

Mercato NBA 2019

Ad est diverse squadre NBA alla ricerca di Jimmy Butler

La franchigia vorrebbe trovare una trade entro questa settimana in modo da avere la squadra al completo il prima possibile

La notizia è ancora fresca, ma già diverse squadre si sono mosse per cercare di arrivare il prima possibile a Jimmy Butler, dopo che l’ex giocatore di Chicago ha richiesto ai Minnesota T’Wolves di essere scambiato. Ormai non fa più scandalo, quando un giocatore tiene in scacco in questa maniera un’intera franchigia: per questo motivo la squadra di Tom Thibodeau sembra essersi rassegnata all’evidenza e starebbe cercando di trovare l’accordo più vantaggioso per se stessa.

Nelle intenzioni della franchigia ci sarebbe l’idea di spedire il giocatore in una squadra della Eastern Conference e di chiudere un accordo il prima possibile, preferibilmente entro questa settimana. I Cleveland Cavaliers sono stati la prima franchigia ad interessarsi ad una trattativa, con Dan Gilbert che è stato visto colloquiare privatamente insieme a Glen Taylor all’NBA of Governors meeting di venerdì. In realtà la squadra dell’Ohio non ha asset che potrebbero far gola ai T’Wolves: l’unico All-Star è Kevin Love, che ha appena firmato un prolungamento e non potrà essere scambiato per i prossimi sei mesi. I Cavs vorrebbero liberarsi di JR Smith e di Kyle Korver, ma non sono certo giocatori che possano controbilanciare uno scambio con Jimmy Butler, ed è impensabile un inserimento di una futura risorsa come Collin Sexton per arrivare ad un giocatore in scadenza.

Si sono fatti sotto anche i Toronto Raptors, freschi dell’arrivo di Kawhi Leonard, che vorrebbero aggiungere all’ex San Antonio Spurs e a Kyle Lowry un terzo All-Star. Minnesota avrebbe però richiesto in cambio O.G. Anunoby e Pascal Siakam, due asset su cui la franchigia canadese crede molto e vorrebbe investire. Inoltre i Raptors hanno diversi dubbi sull’inserimento di un giocatore come Butler all’interno del loro spogliatoio visto le esperienze del giocatore negli ultimi anni. In ultima analisi la squadra di Nurse si ritroverebbe in squadra con due stelle in scadenza (per cui avrebbero sacrificato diversi giocatori importanti), con il rischio ipotetico di perdere entrambi i giocatori nella prossima free agency.

Nella notte sembrano essersi mossi in maniera aggressiva anche i Miami Heat, dove Butler ritroverebbe il suo compagno ai Bulls Dwyane Wade: la destinazione sembrerebbe essere congeniale al prodotto di Marquette (stessa università di Flash) e la squadra di South Beach potrebbe avere le giuste pedine per intavolare una trattativa. I giocatori cardine potrebbero essere Hassan Whiteside o Dion Waiters. Per quanto riguarda il centro i dubbi riguarderebbero ovviamente la convivenza con un altro lungo come Karl-Anthony Towns, che ha appena riformato un prolungamento con la franchigia; Per Dion Waiters, il discorso potrebbe farsi più interessante, con i Miami Heat che dovrebbero però creare intorno al prodotto di Syracuse un pacchetto interessante di asset, sia per far gola al front office dei lupi, sia per far quadrare i conti dello scambio.

Come detto i Minnesota Timberwolves vorrebbero concludere una trade entro questa settimana, per fare in modo che il coaching staff possa lavorare con il poster definitivo fin dall’inizio del training camp. Per questo motivo dobbiamo aspettarci un’accelerata da un momento all’altro con, Jimmy Butler che per questo motivo non dovrebbe neanche prendere parte al media day della sua squadra.

 

Leggi anche:

NBA, Media Day Mavericks: Nowitzki dalla panchina è più di un’ipotesi

Indiana Pacers Preview: il meglio deve ancora venire

NBA: operazione al ginocchio sinistro per Bogdan Bogdanovic

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2019