Seguici su

Mercato NBA 2019

Mercato NBA: Philadelphia 76ers non intenzionati a confermare Corey Brewer

Buon impatto del giocatore in questi 20 giorni nella squadra di Ben Simmons e Joel Embiid

La trade deadline si avvicina e i Philadelphia 76ers potrebbero avere ancora qualcosa in servo per migliorare il proprio roster in vista del rush finale verso i Playoff: per questo motivo sembra che il front office della franchigia abbia deciso di non confermare Corey Brewer per il resto della stagione. Firmare l’ex Houston Rockets fino a fine anno comporterebbe esaurire gli spot a disposizione nel roste e questo potrebbe comportare una minore elasticità in caso di scambi dell’ultimo minuto.

Il prodotto di Florida University ha tutt’altro che demeritato in questi 20 giorni di contratto con la squadra di Brett Brown; i suoi numeri dicono 7.4 punti, 2.4 rimbalzi e 1.7 recuperi con il 40% dal campo, ma come detto le logiche di mercato hanno consigliato al gm Elton Brand di tenersi libero un posto da sfruttare per un eventuale scambio da qui alla deadline.

I Sixers sono ora al terzo posto in compagnia dei Boston Celtics, che cavalcano una strisci di 9 vittorie nelle ultime 10 (sconfitta arrivata all’ultimo secondo contro GSW) e con cui la squadra di Joel Embiid dovrà probabilmente vedersela per occupare la posizione dietro ai difficilmente raggiungibili Milwaukee Bucks e Toronto Raptors.

Saranno dei giorni sicuramente pieni di colpi di scena e i Philadelphia 76ers di Brett Brown ci hanno abituato già dall’anno scorso a saper lavorare molto bene in questi frangenti, non solo con gli scambi, ma anche nei giorni successivi alla trade deadline sfruttando i giocatori liberatisi attraverso i buyout (vedi i casi Marco Belinelli e Ersan Ilyasova che l’anno scorso arrivarono da svincolati e furono protagonisti dell’ottima seconda parte di stagione della squadra).

 

Leggi anche:

Mercato NBA, mega offerta dei Lakers per Anthony Davis!

NBA, Utah Jazz e Detroit Pistons interessati a Mike Conley

NBA, Caris LeVert potrebbe rientrare prima dell’All Star break

NBA, Joe Lacob sicuro che gli Warriors rimarranno competitivi a lungo

 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2019