Seguici su

Minnesota Timberwolves

NBA, Butler inizierà la stagione con i T’Wolves se non verrà tradato in tempo

Butler è tra l’incudine e il martello: Minnesota non riesce a trovare una proposta di trade soddisfacente

Nonostante le voci riguardanti un eventuale scambio tra i Minnesota Timberwolves e i Miami Heat si siano fatte sempre più intense nelle ultime ore, Jimmy Butler rimane ancora, a tutti gli effetti, un giocatore dei T’Wolves.

In questo clima di incertezza tipico delle fasi pre-trade, Butler e Minnie hanno una sola certezza: il giocatore, nel caso non venisse scambiato per tempo, ossia prima dell’inizio della stagione, inizierà il nuovo campionato con la sua attuale squadra. Nessuna “tribuna” forzata o auto-esclusione dalle gare dei Timberwolves: Butler sarà in campo regolarmente.

Certo è che il giocatore in primis si augura che ciò non accada: la franchigia sta provando in ogni modo ad accontentare le richieste del suo numero 23, ma finora non ha trovato soddisfacente alcuna offerta di trade. I Rockets si sono messi in moto, e anche in maniera decisa, ma la prospettiva di perdere un giocatore fondamentale come Eric Gordon ne ha un po’ frenato la corsa. Anche i Suns hanno provato a fare un tentativo, ma le richieste della franchigia del Minnesota si sono rivelate troppo elevate. Gli stessi T’Wolves hanno provato ad offrire in giro il proprio giocatore, venendo rimbalzati dai Sixers prima e dai Bucks poi.

L’unico nome papabile resta quindi quello dei Miami Heat. Secondo Sam Amick del The Athletic, la situazione sta rendendo il giocatore “sempre più frustrato”. Il fatto che però Butler non resterà fuori dalle partite di regular season mette i T’Wolves in una botte di ferro: un’eventuale trade accadrebbe solo nel caso in cui la franchigia fosse pienamente soddisfatta. In caso contrario, coach Thibodeau si ritroverebbe ancora a roster un All-Star come Jimmy.

 

Leggi anche:

NBA, Rose sulla sua carriera: “Molti si sarebbero ritirati”

Minnesota Timberwolves Preview: The Butler’s Dilemma

NBA, ecco l’annuale sondaggio dei General Manager

3 Commenti

3 Comments

  1. Giorgio

    04/10/2018 16:04

    Sarei curioso di sapere cos’anno chiesto in cambio i TWolves ai Suns per Butler.
    Se si trattasse solo della loro prima scelta + nessuno fra Ayton, Booker e Jackson, potrebbe anche essere vantaggioso per i Suns.
    In una conference competitiva come l’ovest, potrebbero avere davvero poche squadre dietro di loro, (Sacramento.. forse Memphis e Dallas, ma è più probabile di no).
    Quindi si tratterebbe di una scelta probabilmente molto alta, ma se si assicurassero una sign and trade, sbarazzandosi nel contempo di uno dei loro tre contratti più alti, potrebbero aver già finito di ricostruire e dovrebbero solo avere un minimo di pazienza.
    Booker-Butler-Jackson-Ariza-Ayton
    non sarebbe male come quintetto, sempre che per Butler non sia un problema in generale giocare con i giovani…

  2. Giorgio

    04/10/2018 16:06

    Anche se a quel punto, la scelta dei Suns si svaluterebbe con l’arrivo di Butler…
    Il G.M. dei TWolves sarà incacchiato come non mai.

  3. Giancarlo

    05/10/2018 11:48

    Io terrei Butler fermo tutto l’anno, anche se significherebbe perderlo a costo zero.
    Che imparino a rispettare i contratti e a non fare i capricci queste (presunte) superstar.

    P.S.
    tradato non si può leggere, si può usare anche l’italiano ogni tanto…

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Minnesota Timberwolves