Seguici su

Mercato NBA 2018

Mercato NBA: i Bucks rifiutano lo scambio Butler-Middleton

Milwaukee ha recapitato ai T’Wolves una controfferta inserendo Brogdon e Bledsoe

Minnesota ha fretta e questo le altre franchigie lo sanno molto bene, Jimmy Butler non si sta allenando con la squadra e ogni tentativo di far rientrare la rottura fra il giocatore e la società è stato fin’ora inutile. Per questo motivo i Timberwolves stanno provando ad intavolare diverse trattative per liberarsi dell’ex Chicago Bulls, ma al netto di oggi le loro proposte hanno ricevuto solamente risposte negative da diverse squadre NBA.

L’ultima franchigia a rifiutare una proposta di scambio per il prodotto di Marquette è stata quella di Mike Budenholzer: Minnesota in cambio di Jimmy Butler avrebbe chiesto loro Khris Middleton, anch’egli in scadenza (player option da $13 milioni che difficilmente verra esercita visto il valore del giocatore). I Bucks però non hanno alcuna intenzione di privarsi di uno dei loro giocatori chiave, che ha giocato nella scorsa annata la propria miglior stagione in carriera con 20 punti di media 5.2 rimbalzi, 4 assist e il 47% dal campo, risultando uno dei migliori esterni sui due lati del campo.

Dal canto loro il front office di Milwaukee ha fatto sapere ai T’Wolves che per Butler sarebbero aperti e scambiare (entrambi in scadenza)  Malcolm Brogdon e i $15 milioni del contratto di Eric Bledsoe, il cui feeling con la franchigia del Wisconsin non è mai sbocciato del tutto.

Anche la pista dei Miami Heat sembra essersi raffreddata, dopo aver anche declinato l’offerta di Miami che comprendeva Hassan Whiteside, come alternativa alla prima offerta dei Lupi che avevano chiesto in cambio Josh Richardson e Bam Adebayo, due giocatori su cui Pat Riley ha puntato fortemente. Su Butler rimangono i Rockets per ora sul attenti, con un’offerta che potrebbe riguardare anche Eric Gordon.

Con l’inizio della stagione che incombe sempre più vicino, Minnesota dovrà il prima possibile prendere una decisione in modo da fornire a coach Tom Thibodeau il roster al completo per l’esordio in regular season nella notte tra il 17 e il 18 ottobre a San Antonio contro gli Spurs.

 

Leggi anche:

NBA: Brad Stevens e la necessità di trovare minuti per tutti i propri giocatori

Sacramento Kings Preview: cercando di vedere la bellezza

NBA, Lakers K.O. al debutto in pre-season: “Rotazione da definire”

 

 

Commento

Commento

  1. Giorgio

    02/10/2018 19:47

    Bledsoe + Brogdon non mi sembra una cattiva offerta.
    Il primo può anche essere un miglioramento rispetto a Teague, oppure può guidare l’attacco del secondo quintetto dei Wolves e il secondo è un buon giocatore sia in attacco che in difesa, (rookie of the year l’anno scorso!), che può dare sostanza al quintetto titolare, senza protagonismo, l’ideale per sostituire Butler nel ruolo di ala piccola-guardia e tornare a dare maggiore responsabilità a Towns e Wiggins.
    Inoltre ha un contratto da rookie.
    Forsei Wolves puntano più a prendere Eric Gordon e scelte da Houston, ma in quel caso favorirebbero una diretta competitrice (si fa per dire, perchè il divario tra le due squadre è notevole).
    Io se fossi in Minnesota ci starei con la proposta dei Bucks, magari rilanciando con una seconda scelta, ma da tifoso Celtics sono molto contento se i Bucks non si rinforzano!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2018