Seguici su

Cleveland Cavaliers

Lillard difende JR Smith di fronte alle “minnacce” di multa dell’NBA

Damian Lillard prende le difese di JR Smith con un post su Twitter, mostrando il proprio dissenso riguardo alla scelta della lega di multare il giocatore per un tatuaggio

La questione lega-JR Smith riguardo al tatuaggio con il logo “Supreme” ha scatenato numerose polemiche. Tra queste c’è anche quella della stella dei Portland Trail Blazers Damian Lillard, che ha preso le difese del giocatore, ritenendo scorretta la decisione dell’NBA di punirlo con sanzioni pecuniarie nel caso mostri il tatuaggio durante le partite.

Lillard, per dimostrare il suo supporto al 33enne dei Cleveland Cavaliers, ha scritto su Twitter un post, in cui si chiede:

“JR Smith verrà davvero multato per aver mostrato il suo tatuaggio? Possiedono loro il suo corpo?”

Nel CBA della lega (il contratto tra l’NBA e l’Associazione dei giocatori), c’è un articolo in cui viene spiegato che:

Diversamente da quello che può essere incorporato nelle divise e nelle scarpe in quanto produttore, un giocatore non può, durante alcuna partita NBA, mostrare alcun nome, marchio, logo o altra identificazione commerciale, promozionale o di beneficenza sul suo corpo, sui suoi capelli o in altro modo.”

 

Leggi anche:

JR Smith sul tatuaggio “Supreme” e sulle multe dell’NBA

Cleveland Cavaliers Preview: prodi cavalieri senza Re

NBA, Cavs: svelato il quintetto iniziale di coach Lue

NBA, Tristan Thompson carica Cleveland: “Siamo pur sempre i campioni ad Est”

Ecco l’annuale sondaggio dei General Manager

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers