Seguici su

Houston Rockets

NBA, Mike D’Antoni: “Chris Paul questionable per Gara 7”

Le possibilità sono davvero minime, ma l’ex Los Angeles Clippers non è uno che si arrende facilmente e sta facendo di tutto per essere in campo questa sera

Tutti i tifosi stanno trattenendo il respiro, la speranza è l’ultima a morire e tutti loro vorrebbero poter vedere Chris Paul in campo questa sera per provare a vincere questa Gara 7 contro i Golden State Warriors. Il giocatore si è infortunato al ginocchio negli ultimi secondi di Gara 5, quella Gara 5 in cui l’ex Clippers era stato fondamentale ai fini della vittoria della propria squadra.

Come riportato da molti insider, le possibilità di vedere il giocatore in campo per la partita decisiva di questa serie sono davvero basse, ma più volte Paul ha dimostrato di saper giocare sopra il dolore in situazioni molto difficili.

Il giocatore sta lavorando senza stop per riuscire a recuperare la condizione e la decisione sulla sua presenza in campo verrà presa negli attimi precedenti alla palla a 2.

Tra chi dovrà prendere questa decisione c’è anche Mike D’Antoni, che insieme al suo staff stanno preparando una Gara 7 che potrebbe riportare gli Houston Rockets alle Finals NBA, appuntamento a cui la franchigia texana manca dalla stagione 1994-1995:

“È una game time decision. Doubtful o questionable poco cambia. Testeremo le sue condizioni una volta arrivati al Toyota Center e li prenderemo una decisione.”

Senza Chris Paul il compito dei Rockets diventerebbe davvero complicato, soprattutto se la difesa dei Golden State Warriors sarà quella del secondo tempo di Gara 6, attenta e ordinata, in grado di concedere a James Harden e compagni la miseria di 25 punti.

Sul Barba poggerà probabilmente il destino della propria squadra: dalla sua capacità di attaccare i mismatch e di mettere in ritmo i compagni, che più volte hanno dimostrato di essere parecchio spaesati senza i metri di spazio che Harden è in grado di regalar loro per tiri piazzati.

In caso di assenza di Paul, quasi certa la partenza di Eric Gordon nello starting five, mentre per la squadra di Steve Kerr quasi certa l’assenza di Andre Iguodala.

Non resta che aspettare le tre ora italiana di questa notte per gustarci la seconda Gara 7 di queste appassionanti finali di conference.

 

Leggi anche:

NBA, LeBron James elogia Jayson Tatum

NBA, qui Celtics: “Il dolore fa parte del percorso”

Coach of the Year: Brett Brown

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets