Seguici su

L.A. Lakers

NBA, LeBron James ammette: “Non sarò mai più al 100% della condizione”

Il giocatore è appena rientrato dal problema alla caviglia

lebron

Nemmeno con LeBron James in campo, Los Angeles è riuscita a tornare alla vittoria. Nella scorsa notte, infatti, i gialloviola hanno ceduto anche di fronte ai Sacramento Kings, mettendo in pericolo il loro quinto posto nella Western Conference. Il giocatore, nella ultima Zoom Call con i giornalisti, ha ammesso che il periodo fuori dai campi NBA per i noti problemi alla caviglia infortunata è stato “orribile” e “molto stressante”. Più di quanto pensasse.

“Ho percepito di dover tornare in campo il più presto possibile, l’ho sentita come urgenza personale. Son fatto così. Ho passato più tempo nel cercare di recuperare e nel svolgere i miei compiti di riabilitazione rispetto a quanto dormito. Ho vissuto le ultime 6 settimane così. Con questa urgenza di dover tornare in campo e giocare.”

Poi, la frase più preoccupante della conferenza stampa:

“Sapevo che non sarei tornato al 100% contro Sacramento. È impossibile. E non credo che tornerò mai più al 100% nella mia carriera”.

James ha giocato 32 minuti producendo 16 punti, otto rimbalzi, sette assist, due palle recuperate e una stoppata, ma non è stato sufficiente per aiutare i Lakers ad uscire da un periodo di crisi strano. I gialloviola hanno perso cinque delle ultime sei gare e non ne vincono due di fila dal 28 marzo.

Sta diventando una situazione particolarmente difficile per LA (36-27) che è quinta nella Western Conference ad una sola partita davanti ai Portland Trail Blazers (35-28), settimi. I Dallas Mavericks (35-27), invece, si inseriscono tra le due compagini. Alle prime 6 squadre viene garantito un posto nei prossimi Playoff NBA, mentre la testa di serie numero 7 dovrà prendere parte al torneo play-in. Qualcosa che LeBron vuole assolutamente evitare:

“Sono rimaste solo nove partite. È stata… è stata una stagione infernale, ovviamente… Ma non vediamo l’ora di affrontare la sfida. È una stagione così… e dobbiamo trarne il massimo possibile.”

Il calendario non è certo dei più facili, con i californiani che saranno impegnati contro i Toronto Raptors nella giornata di domenica ed i Denver Nuggets lunedì. Dopodiché ecco le sfide contro Los Angeles Clippers e Blazers, quest’ultimo un incontro cruciale che sarà poi seguito dal big match con i Phoenix Suns, primi in classifica.

 

Leggi Anche

NBA, Lillard risponde ai rumors su un suo possibile addio ai Blazers

NBA, Jordan Clarkson commenta la sconfitta contro Phoenix

NBA, LaMelo Ball scenderà in campo contro i Detroit Pistons

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers