Seguici su

New York Knicks

NBA, serata dolce amara per Julius Randle, prima All-Star, poi espulso

Mix di emozioni

Julius Randle nba all star

Nella notte NBA, per la partita contro i Golden State Warriors, anche il Madison Square Garden ha accolto i primi tifosi sugli spalti dall’inizio della stagione 2020-21. Occasione propizia per celebrare la fresca convocazione di Julius Randle tra le riserve all’All-Star Game di Atlanta 2021. Randle, che ha sbloccato così  anche un bonus sul proprio contratto, rappresenterà i Knicks alla kermesse del 7 marzo.

I Knicks non portavano un giocatore all’All- Star Game dal 2017-18, quando venne chiamato Kristaps Porzingis. A onor del vero, il lettone non poté partecipare all’edizione di quell’anno per infortunio.

Randle ha accolto i tifosi prendendo parola prima della palla a due ed è stato ripetutamente interrotto da cori che scandivano tre lettere M-V-P. I cori sono poi proseguiti anche durante la gara.

“Come state? Siamo qui, finalmente, è passato tanto tempo ed è stata dura. Abbiamo percepito il vostro amore, il vostro supporto, la vostra energia. È un passo avanti per la nostra città, ne siamo grati. Ai medici in prima linea, alcuni dei quali sono qui: ‘Grazie, per tutto il vostro lavoro, non ce l’avremmo fatta senza di voi. Forza Knicks”

UN MESSAGGIO SPECIALE PER RANDLE

I Knicks hanno diffuso sul jumbotron del Madison un video messaggio della mamma di Julius Randle nel corso della gara.

Ciao Julius… sorpresa! Volevo solo dirti che sono davvero orgogliosa di te. Continua a lavorare duro a servizio della squadra. Continua così e ti aspetteranno grandi cose. Ti voglio bene.”

 

 

L’espulsione per doppio tecnico a 17.5 secondi dalla sirena finale e la sconfitta hanno macchiato una serata comunque da ricordare. Di seguito le dichiarazioni di Randle nel dopo gara:

“La convocazione all’All-Star Game? È stato un momento speciale, quasi surreale. Un sogno che si avvera. Ho raggiunto un obiettivo che mi ero posto quando ho firmato con i Knicks. Tante emozioni per me e la mia famiglia. L’espulsione mi è parsa fuori luogo, non aggiungo altro e non lascio che condizioni la mia serata. Sono più deluso dal modo in cui abbiamo perso la partita.”

 

 

Leggi anche:

Risultati NBA: Denver batte Portland grazie ai 41 di Jokic! Doncic la vince allo scadere contro Boston

Commento

Commento

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisement
    Advertisement
    Advertisement

    Altri in New York Knicks