Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Kerr e il ritorno di Curry: “Uno spettacolo per i nostri occhi”

L’head coach dei Warriors ha parlato del ritorno della sua stella

Stephen Curry e i suoi Golden State Warriors sono tornati! Dopo quasi un anno di assenza dai parquet della NBA i Warriors sono tornati in campo, anche se solo per la Preseason. Era il 10 marzo scorso quando Golden State aveva giocato la sua ultima partita di regular season contro i Clippers prima dello stop forzato per la pandemia. Poi era arrivata la bolla di Orlando, ma visto il record Golden State non era stato invitata per il proseguo di stagione. Ma ora Curry e compagni sono tornati vincendo la prima sfida contro i Nuggets.

Curry ha giocato solo 21 minuti, segnando 10 punti con un 3/10 di tiro dal campo. Ma il ritorno dell’uomo-franchigia è sempre importante, specie se nell’anno precedente ha giocato solo cinque partite a causa dell’infortunio alla mano sinistra. Steve Kerr, l’head coach dei Warriors, ha così commentato il ritorno della sua stella:

“È sempre bello poterlo vedere giocare. E penso sia pronto in modo perfetto fisicamente, e quello è l’importante. Ha lavorato duramente in offseason e ora è in ottima forma. Ormai deve solo ritrovare il ritmo giusto, ma è già uno spettacolo per i nostri occhi”

Nella prossima stagione i Warriors non potranno contare su Klay Thompson, fuori per tutto l’anno a causa della rottura del tendine d’Achille, e Curry dovrà trovare la giusta intesa con i suoi nuovi compagni di squadra, due su tutti Kelly Oubre e Andrew Wiggins, oltre alla seconda scelta assoluta dello scorso Draft James Wiseman. Kerr ha parlato anche di quanto sia difficile giocare a fianco di un giocatore come Steph:

“Ci vuole un po’ di tempo sicuramente. È un giocatore unico, non c’è nessuno come lui in NBA. Nessuno può giocare come lui, con e senza palla. E molti dei giocatori che arrivano in squadra non sono certo abituati a quel livello. Ma appena riescono a trovare la giusta chimica, è lì che cominciano a divertirsi veramente. E tutti riescono a dare il meglio”

 

Leggi anche:

NBA, la nuova routine di Stephen Curry: il tiro prepartita dalla tribuna?

Kelly Oubre ha già conquistato il favore di Curry

NBA, Steph Curry: “Voglio chiudere la mia carriera a Golden State”

Parti in viaggio con noi a Miami dal 21 al 28 marzo: due partite NBA con Fan Experience (riscaldamento da bordocampo e meet & greet) e una bella vacanza a South Beach!

SCOPRI L'OFFERTA DI LANCIO SU LESGOUSA.IT

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors