Seguici su

L.A. Clippers

Mercato NBA, Kawhi Leonard sottolinea la necessità di una point guard

in un momento buio come quelli che i Clippers stanno vivendo, Kawhi Leonard è pronto a riorganizzare la squadra

kawhi leonard

Dopo la deludente prestazione dei Los Angeles Clippers durata troppo poco per i Playoff di quest’anno, sono molte le novità che influenzeranno il futuro della franchigia.

Il primo a salutare la squadra è stato l’ormai ex Coach Doc Rivers, che presto ha trovato un accordo per allenare la panchina dei Philadeplhia 76ers. Inoltre dopo aver subito l’eccezionale rimonta dei Denver Nuggets e aver perso il turno per 4-3, molte delle accuse sono ricadute su Paul George, il che ha inevitabilmente danneggiato il clima dello spogliatoio.  Come se non bastasse, secondo The Athletic i giocatori si sono lamentati anche per i privilegi concessi a Kawhi Leonard, peggiorando così una situazione già abbastanza scossa. Fortunatamente è arrivata presto la smentita di Lou Williams, ma l’ambiente all’interno della franchigia sembra ancora parecchio teso.

Comunque sia, Kawhi Leonard ha già gli occhi puntati sulla prossima stagione. Di fatto l’ex Spurs ha fatto sapere alla dirigenza la necessità di trovare una point guard di valore da aggiungere alle rotazioni di Coach Tyronne Lue.

In questo modo, a soffrirne sarà principalmente Patrick Beverley, ormai da anni ai Los Angeles Clippers grazie a quella trade che portò Chris Paul agli Houston Rockets. Beverley, vera e propria anima dello spogliatoio, è senza dubbio uno dei degli asset portanti per quanto riguarda la difesa della squadra ma, secondo quanto affermato anche da Stephen A. Smith di ESPN, ai Clippers serve qualcosa di più:

“Hanno chiaramente bisogno di un playmaker, tutti lo sanno e Kawhi privatamente ne ha richiesto uno. Non è che Leonard voglia liberarsi di Patrick Beverley. Il fatto è che lui è sostanzialmente un grande difensore che è piccolo di statura e difende contro le guardie avversarie. Hanno bisogno di una point guard che possa guidare la squadra e tirare. Beverley è uno che porta energia, ma può farlo uscendo dalla panchina”.

Tutta la pressione è ora sulla dirigenza, che dovrà occuparsi della richiesta di Leonard per rendere il team vincente già dal prossimo anno.

Trovare una point guard titolare però non sarà semplice. I Clippers hanno una mid-level exception da poter utilizzare, ma comunque non dovrebbe bastare per un free agent come Goran Dragic (attualmente la miglior point guard senza contratto, escluso Fred VanVleet che sarà nel pieno mirino di numerose squadre).

Il vero problema sta nelle poche alternative a disposizione. Tra queste, infatti, ci sono DJ Augustin, molto penalizzato dalla sua statura e il conseguente scarso sostegno in difesa, Jeff Teague, anche se non più in grande forma, o Rajon Rondo, che ha appena vinto il titolo con i Los Angeles Lakers. In alternativa, la dirigenza potrebbe pensare di effettuare delle scelte difficili sul mercato, coinvolgendo lo stesso Beverley, Lou Williams o Landry Shamet in un possibile scambio. Un’altra possibilità per i Clippers, sarebbe quella di organizzare una sign-and-trade con uno tra Marcus Morris e Montrezl Harrell.

Saranno settimane molto difficili per i Clippers. Oltre alla tensione generale, ora si aggiunge il problema del mercato NBA. Ma d’altra parte, se si ha l’intenzione di rendere il team vincente, bisogna affrontare anche le questioni più delicate.

Leggi anche:

NBA, Jamal Murray parla del suo primo incontro con Michael Jordan

Anthony Davis e il titolo NBA: “Abbiamo vinto per la città e per Kobe”

Marcus Smart e l’esperienza nella bolla NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers