Seguici su

New York Knicks

NBA, Tom Thibodeau elogia Mitchell Robinson e Pat Riley

Il nuovo coach dei Knicks ha parlato dello sviluppo di Robinson e successivamente ha spiegato come Riley lo abbia influenzato

Tom Thibodeau

Tom Thibodeau sembrerebbe un grande tifoso di Mitchell Robinson, tanto da elogiarlo pubblicamente. Nella giornata di ieri, il nuovo coach dei New York Knicks è stato interpellato riguardo al suo giovane centro, ritratto da tutti come possibile futura stella della lega. Ecco le parole di coach Thibs:

“L’anno scorso metteva molta aggressività nella zona del ferro. È un atleta incredibile. Non dobbiamo mettergli un limite, ma continuare a lavorare su ogni aspetto del gioco e sul suo sviluppo. È stato per un po’ di tempo qui a New York in estate e siamo fiduciosi di poterlo riportare qui per lavorare con lui, cosicché possa migliorare le sue abilità.”

Mitchell Robinson non farà parte degli allenamenti volontari dei Knicks i quali si stanno organizzando per un mini-training camp. Però, come confermato da coach Thibodeau, Robinson si è allenato duramente da solo nell’ultimo mese, oltre ad aver già lavorato con lo staff di NY in estate. Il lungo, alla terza stagione NBA, è uno dei giovani più pregiati nella scuderia dei newyorchesi, oltre ad essere una importante pedina di scambio per eventuali trade.

Thibodeau ha inoltre parlato dell’influenza di Pat Riley sul suo modo di allenare. Tom fu il vice di Jeff Van Gundy ai Knicks, che fu a sua volta vice di Riley proprio a New York negli anni ’90:

“Riley era così avanti sui tempi a New York. Jeff portò avanti la sua filosofia, aggiungendo altre cose che aveva imparato lungo il suo cammino. E sapete, ho un grande rispetto per il loro lavoro svolto. Pat ha ricostruito una franchigia tre o quattro volte, a LA, ai Knicks, a Miami. È il primo della mia lista tra gli allenatori più grandi di sempre.  È stato un grande con me, ho avuto l’opportunità di assimilare un sacco di cose, ho osservato la sua organizzazione da vicino. Sono felice di essere stato in qualche modo contaminato da lui.”

 

Leggi anche:

Mercato NBA, i 76ers vogliono Mike D’Antoni per arrivare a James Harden

NBA, si rivede Klay Thompson. Steve Kerr svela le sue condizioni

Playoff NBA, i Celtics si scatenano nel terzo quarto e portano la serie sul 3-2

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in New York Knicks