Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Kyle Kuzma sicuro e preparato: “Il mio tempo sta arrivando”

E’ giunto il momento di dimostrare il proprio valore sul campo una volta per tutte

Kuzma LeBron James

Kyle Kuzma è stato l’unico giovane giocatore dei Lakers non compreso nella trade che ha portato Anthony Davis in quel di Los Angeles, e l’adeguamento al nuovo contesto di squadra certamente non è stato facile.

Durante questa stagione, i minuti, i punti, la percentuale di punti realizzati dal campo e dalla linea dei tre punti di Kuzma sono diminuiti rispetto alle due precedenti stagioni.

Proprio per questo motivo, la ripresa della regular season 2019-2020 sarà un’importante occasione per Kuzma, sotto tutti i punti di vista.

A tal proposito, il giocatore dei Los Angeles Lakers ha dichiarato:

“Significa molto ed è per questo che lo prendo così sul serio. Durante tutta la quarantena, ho preparato la mia mente e il mio corpo e ho passato tutto il tempo a prepararmi per questa opportunità. Non molti giocatori hanno la possibilità di vincere degli anelli. Io, invece, ho la possibilità di farlo nel mio terzo anno. I ragazzi possono superare la media della lega dei 20, 25 punti e non vincere mai. Io non voglio questo. Voglio qualcosa in più e fare ciò che da bambino ho sempre voluto fare”.

Sebbene sia più giovane della maggior parte dei suoi compagni di squadra, anche Kuzma ha sofferto per alcuni infortuni. L’estate scorsa ha subito una reazione da stress alla caviglia sinistra mentre faceva pratica con il Team USA mentre a dicembre ha perso altre cinque partite a causa di un altro infortunio alla caviglia. Anche se non ha perso molte partite per via degli infortuni, spesso sentiva dolore e questo limitava la sua efficienza sul parquet.

Sembra però che questa pausa lo abbia aiutato, infatti si è detto sano e pronto al massimo per la competizione di Orlando:

  “Sono molto contento del mio stato di salute. Mi sento benissimo. Durante tutta la stagione ho avuto alcuni infortuni, con i quali ho anche dovuto giocare. L’interruzione mi ha permesso di ottenere fisicamente il 100%. Mentalmente, ho letto, meditato e dipinto molto. Sto solo preparando la mia mente per i Playoffs. Quindi, mi sento benissimo”.

Infine il sostegno arriva anche da Jared Dudley, che durante lo stop lo ha aiutato a sviluppare il gioco offensivo e difensivo. I due si conoscono ormai da qualche anno, e il veterano numero 10 ha affermato di vedere molto potenziale in Kuzma:

“Vogliamo che raggiunga il suo massimo potenziale. Non possiamo sprecare ciò che abbiamo, soprattutto quando hai LeBron James e AD sul parquet. Non possiamo buttar via le risorse che possediamo, ma sfruttarle al meglio per realizzare qualcosa di importante”.

Dunque Kuzma deve prepararsi a delle settimane molto impegnative, che potrebbero influire sul suo futuro nella squadra e nella lega. E’ tempo che il fiore sbocci e che il giovane Laker metta in mostra una volta per tutte le sue qualità, necessarie per il successo della franchigia. Kuzma conosce bene il suo posto e conclude così l’intervista:

“Devo migliorare ogni giorno, concentrarmi su ciò che posso controllare. Il mio tempo sta arrivando”.

Leggi anche:

NBA, Joel Embiid sulla bolla di Orlando: “Non ripongo fiducia nell’organizzazione e non penso sia sicura”

NBA, tra Rudy Gobert e Donovan Mitchell sono finiti gli scontri

Adam Silver pronto a chiudere nuovamente tutto se il contagio si diffondesse nella bolla

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers