Seguici su

News NBA

Adam Silver pronto a chiudere nuovamente tutto se il contagio si diffondesse nella bolla

La lega si prepara al peggio

nba adam silver

Con l’avvicinarsi del 30 luglio, l’ipotetica data che darà inizio alla ripresa stagionale, oltre alla voglia di tornare a giocare aumentano anche le preoccupazioni legate soprattutto alla salute dei giocatori.

Si è discusso molto ai piani alti della NBA e ala fine il commissario della lega Adam Silver ha riconosciuto che una volta che tutte e 22 le squadre si saranno insediate, nel caso in cui il virus penetri nella bolla di Orlando, il campionato sarebbe costretto a interrompersi per la seconda volta.

A tal proposito, in una recente intervista ai microfoni di ESPN Silver ha dichiarato:

“Certamente se avessimo una sorta di diffusione significativa all’interno del nostro campus, saremmo costretti a chiudere nuovamente tutto”

Venticinque giocatori sono risultati positivi al COVID-19 da quando l’NBA ha iniziato a condurre test regolari.

“Non saremo sorpresi quando e se tra i giocatori che arriveranno per la prima volta a Orlando ci saranno alcuni positivi. Quello che sarebbe più preoccupante è l’avere giocatori positivi all’interno del campus una volta superata la quarantena da noi predisposta nella bolla. Se ciò dovesse succedere, saremo consapevoli che qualcosa è andato storto e il lavoro da faer non è stato svolto correttamente”.

Adam Silver dunque mette già le mani in avanti e si prepara a tutti gli scenari possibili. Per la ripresa della stagione c’è ancora tempo, se nel frattempo il lavoro viene svolto come si deve, l’NBA riprenderà sicuramente senza troppi imprevisti.

Leggi anche:

NBA, Taurean Prince positivo al COVID-19, salterà la competizione ad Orlando

NBA, Jayson Tatum non è felice della ripresa stagionale: “Per me è inutile giocare”

La clamorosa trasformazione fisica di Rajon Rondo

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA