Seguici su

Boston Celtics

NBA, anche Jayson Tatum non tocca il pallone da tempo

Emerge anche Jayson Tatum tra i giocatori che da tempo non toccano una palla da basket

Jayson Tatum

L’interruzione imposta della NBA ha fermato improvvisamente le routine di tutti i giocatori. Per questo motivo in molti hanno smesso di allenarsi regolarmente, anche tra i più conosciuti.

Tra questi è emerso il nome di Jayson Tatum. Il giocatore dei Boston Celtics ha rivelato su The Jump di non aver ancora toccato un  pallone da basket da quando il campionato è stato interrotto, e in una recente intervista a Rachel Nichols di ESPN , ha dichiarato:

“Siamo tutti in un momento difficile. Non è come se fosse finita la stagione e i ragazzi sono in grado di allenarsi ed entrare in palestra. Non ho potuto toccare un pallone da basket dalla nostra ultima partita in Indiana. Ho alcuni strumenti che mi permettono di allenarmi a casa e  fare cardio. Purtroppo sì, non gioco a basket da molto tempo”.

Tatum era uno tra i giocatori sotto i riflettori della lega prima dell’improvvisa interruzione della stagione. Il 22enne ha segnato 29,5 punti a partita nelle ultime 15 gare, da evidenziare una prestazione da 41 punti nella sconfitta del 23 febbraio contro i Los Angeles Lakers. Inoltre a febbraio è stato nominato “giocatore del mese” della Eastern Conference.

Per quanto riguarda gli allenamenti, Tatum ha già detto di aver preso in considerazione l’idea di chiedere in prestito alla franchigia l’equipaggiamento necessario.

Tra gli altri giocatori che non si stanno allenando con il pallone, da sottolineare anche l’MVP in carica Giannis Antetokounmpo. Il giocatore dei Milwaukee Bucks ha ammesso all’inizio di questo mese che attualmente non ha la possibilità di giocare semplicemente perché non ha un canestro.

In risposta alle preoccupazioni dei giocatori riguardo alla “ruggine” per via del troppo tempo senza allenarsi, l’NBA ha proposto una finestra di riscaldamento di 25 giorni nel caso in cui la stagione dovesse riprendere. I primi 11 giorni consisterebbero in allenamenti individuali, seguiti da due settimane di allenamento in campo.

 

Leggi anche:

NBA, Dr Fauci: “Lo sport può ripartire nel 2020 senza tifosi”

NBA, la proposta di Eric Gordon: “La prossima stagione dovrebbe iniziare a Natale”

NBA, rivelata una trade che avrebbe portato CP3 ai Golden State Warriors

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics