Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Kuzma: “Lakers? Bene o male, l’importante è che se ne parli”

Nella notte italiana il via alla tre giorni di spettacolo a Charlotte, sede dell’All-Star Weekend 2019

kyle kuzma

I Los Angeles Lakers guidano la classifica NBA per numero di partite trasmesse in tv nazionale in questa stagione a quota 43.  Giocare in un  “big market” come quello californiano, per di più con la maglia giallo-viola sulla schiena, comporta senza dubbio un maggior carico di pressione, ma  alcuni atleti sanno tramutare il tutto in stimolo e motivazione extra.

Kyle Kuzma, il cui nome è stato più volte tirato in ballo in sede di Deadline,  è orgoglioso di poter dimostrare il proprio valore con i riflettori puntati addosso. Di seguito quanto dichiarato a SiriusXM NBA Radio:

“Ovviamente i media a livello nazionale adorano i Lakers. Tutti ne parlano e quando aggiungendo a roster uno come LeBron James, tra i migliori giocatori di sempre,  è normale attendersi una copertura sempre crescente. Da parte mia, non cambierei alcunché. Voglio che la gente parli di me, bene o male non importa.  Se ciò non succede, significa che non stai agendo nel modo giusto. Preferisco si parli male di me a Los Angeles piuttosto che giocare a Orlando e venire ignorato, semplice.”

Assieme a Lonzo Ball, per il secondo anno consecutivo, Kuzma rappresenterà i Lakers nel Rising Stars, evento che aprirà come di consueto l’All-Star Weekend.

Leggi anche:

NBA, terremoto in casa Pelicans: via il GM Demps

Danny Ainge: “Irving? Per vincere abbiamo bisogno di lui”

NBA, LeBron: “Zion Williamson impressionante”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers