Seguici su

News NBA

Pubblicati i primi aggiornamenti per l’All Star Game NBA

Diverse sorprese già dopo la prima settimana di votazioni

Come già annunciato L’NBA pubblicherà ogni giovedì l’aggiornamento delle votazioni per l’All Star Game e nella giornata di ieri (in cui i voti valevano doppio, lo stesso anche oggi) è arrivata la prima.

https://www.instagram.com/p/BsLvigGhfr-/

Ad Ovest come ci si poteva aspettare a farla da padrone è stato fin da subito il nuovo arrivato LeBron James che si è già preso la Western Conference, almeno per quanto riguarda i voti. Con leggero distacco, ma subito dopo il Re Stephen Curry, con i due che evidentemente non potranno più trovarsi difronte in veste di capitani per comporre le squadre per la Partita delle Stelle. Dopo loro due però arrivano le sorprese: nel front court un incredibile Luka Doncic guarda dall’alto verso il basso giocatori del calibro di Kevin Durant ed Anthony Davis, mentre tra le guardie gli appassionati stanno premiando il ritorno di Derrick Rose che si trova davanti, e non di poco a a James Harden e Russell Westbrook, uno che dell’All-Star Game è stato anche MVP.

Diversi i voti anche per Steven Adams e per Lonzo Ball, mentre Golden State ha tra i primi 20 giocatori il loro quintetto ideale per intero con Cousins, Green e Thompson a far compagnia a Curry e KD.

https://www.instagram.com/p/BsLvd8DBmA0/

Ad Est invece a guidare il gruppo c’è The Greek Freak, seguito a ruota da Kyrie Irving; dietro l’ex Cleveland poi spicca il nome di Dwyane Wade, che evidentemente in molti vorrebbero rivedere per un ultima volta all All Star Game prima che il tre volte campione NBA si ritiri a fine stagione. Forte presenza di giocatori dei Celtics che oltre al loro miglior realizzatore portano per ora tra i primi 20 anche Horford, Tatum ed Hayward.

Particolari i 76mila voti per un altro giocatore sulla via del ritiro e cioè Vince Carter, mentre rimanendo sempre ad Atlanta, sempre forte la comunità orientale che spinge per Jeremy Lin.

Le votazioni andranno avanti fino alle 5.59 ore italiane del 22 gennaio e non è da escludere che da qui a quella data diverse cose possano ancora cambiare.

 

Leggi anche:

Los Angeles Lakers: infortunio per Kyle Kuzma

NBA, Popovich: “Leonard? Parlarne ora significa perdere tempo”

NBA, lite nello spogliatoio dei Memphis Grizzlies dopo la sconfitta contro i Pistons

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA