Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Luke Walton critico nei confronti degli arbitri

Coach Walton critica pesantamente l’operato degli arbitri durante la sfida dei suoi Lakers contro i San Antonio Spurs colpevoli, a suo dire, di aver fischiato troppo a favore dei texani

Dopo la sconfitta di stanotte all’overtime contro i San Antonio Spurs, i Los Angeles Lakers di Luke Walton e LeBron James sono ancora a 0 vittorie stagionali.

Proprio in seguito al 143-142 di stanotte, però, l’allenatore gialloviola in conferenza stampa è stato molto critico nei confronti degli arbitri, colpevoli a suo dire di non essere stati “giusti” nelle chiamate.

Ecco le parole di Walton:

Fatemi partire da qui. Non volevo dire nulla. Volevo risparmiare i miei soldi, ma non posso più farlo. Noi abbiamo fatto 74 punti nel pitturato, loro 50, e comunque loro hanno tirato più liberi di noi, 38 a 26. Guardate l’azione dove ho preso un tecnico. Guardate quello che è successo al braccio di LeBron. La stessa cosa è successa con James Harden e Chris Paul che hanno tirato 30 liberi contro di noi la scorsa partita. Noi stiamo segnando 70 punti a partita da dentro l’area.

Guardate come ha giocato Josh Hard stanotte. Ha giocato 40 minuti. Tutto quello che fa è attaccare il ferro. Nessun libero stanotte. Zero. So che sono giovani, lo capisco. Ma se giochiamo in un certo modo, non premiamo giocatori che cadono lontano da canestro in giocate che non hanno nulla a che fare con quel possesso. Lo fanno solo per vedere se riescono a farsi fischiare un fallo. Perchè se poi invece non premiamo chi va in maniera fisica a canestro e viene colpito, non è giusto.

Anche la nuova superstar di Hollywood LeBron James ha commentato la situazione:

Con le nuove regole è difficile. Non puoi letteralmente toccare nessuno… O meglio, puoi, ma solo se stai difendendo. Stiamo cercando di capire, ma, specialmente nel terzo quarto, tutte le volte che difendevamo concedevamo dei liberi. Dobbiamo capire per evitare di concedere troppe facili opportunità di fare punti con i tiri liberi.

A Los Angeles dovranno quindi adattarsi alle nuove linee guida degli arbitri per fischiare i falli in area, in modo tale da capitalizzare il massiccio attacco al ferro che, adesso e probabilmente per tutta la stagione, caratterizzerà il veloce, giovane, ma non particolarmente preciso da dietro l’arco, attacco gialloviola.

Leggi anche:

NBA, Timberwolves: leggero infortunio per Andrew Wiggins

NBA: aggiornamenti sul recupero di DeMarcus Cousins

NBA: Harrison Barnes vicino al ritorno in campo

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers