Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Ingram: “Sospensione? Io responsabile, felice siano solo quattro gare”

Rondo ha preferito invece non commentare l’episodio controverso

I Los Angeles Lakers saranno impegnati nuovamente allo Staples Center nella notte, ma dovranno fare a meno, come noto, di Brandon Ingram e Rajon Rondo. I due giocatori, sospesi dalla NBA rispettivamente per quattro e tre partite a seguito della rissa scoppiata nel finale di partita infuocato contro i Rockets, hanno partecipato allo shooutaound mattitino, prima di incontrare — inevitabilmente — la stampa.

RESPONSABILITÀ

Brandon Ingram tira un sospiro di sollievo, consapevole della gravità del gesto. Di seguito le dichiarazioni raccolte da ESPN:

È andata meglio del previsto. Sono felice che siano solo quattro gare, ma so di dover controllare meglio le mie emozioni. Mi prendo piena responsabilità, ho sbagliato al 100%, ma ho fatto un passo avanti anche per i miei compagni e lo rifarei dieci volte su dieci. Credo di aver visto cinque Rockets e due dei nostri nella mischia. [Quello] mi ha spinto a tornare indietro.”

Rajon Rondo non commenta il presunto e documentato sputo all’indirizzo di Chris Paul che ha scaldato ulteriormente gli animi:

Per me è meglio non parlare della situazione. È quello che è. Notate da voi che ho preso 3 partite di squalifica e non vedo l’ora di tornare in campo e aiutare la mia squadra nel fine-settimana. Tutti, all’interno della squadra sanno chi sono e penso che mi rispettino per ciò che faccio e porto alla causa.”

Coach Walton prova a voltare pagina e cerca soluzioni per sopperire alle assenz:

“Avanti il prossimo. Avremo bisogno dell’apporto di ragazzi che non stavano giovando molto, dovranno farsi trovare pronti.”

 

Leggi anche:

Draymond Green: “Sanzioni post Lakers-Rockets? Spazzatura”

Mercato NBA, Asik rilasciato dai Chicago Bulls

NBA: Trae Young si unisce aun club esclusivo

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers