Seguici su

Memphis Grizzlies

Mercato NBA: San Antonio non pareggerà l’offerta per Kyle Anderson

Nuova avventura per il prodotto di UCLA che ai Memphis Grizzlies avrà sicuramente un ruolo di primo piano

SEO

Kyle Anderson lascerà il Texas per accasarsi nel Tennessee alla corte dei Memphis Grizzlies. Due giorni fa la squadra allenata da J.B. Bickerstaff aveva presentato al giocatore un offer sheet da $37.2 milioni per i prossimi 4 anni, ed essendo però un restricted free agent i San Antonio Spurs hanno avuto 48 ore per decidere se pareggiare o meno l’offerta.

In attesa di capire quale sarà il destino di Kawhi Leonard, la squadra di Gregg Popovich ha deciso di non appesantire ulteriormente il monte salariale lasciando quindi il prodotto di UCLA libero di firmare con i Grizzlies.

Anderson ha chiuso la scorsa stagione con i migliori numeri della sua carriera, grazie anche ad un minutaglie sensibilmente superiore alle aspettative, a causa dell’assenza per tutto l’anno di Leonard. Il nativo di New York ha quindi chiuso l’annata con 7.9 punti di media 5.4 rimbalzi e 2.7 assist con il 52% da campo. Kyle Anderson è sicuramente un giocatore particolare, un ala di 206 cm con braccia lunghe, non dotato di un grande atletismo, anzi, ma in grado di fare molte cose all’interno di un rettangolo di gioco: ottimo difensore e rimbalzista, buona visione di gioco e ottimi fondamentali.

Con questa acquisizione i Memphis Grizzlies potrebbero aver completato il proprio starting five per la prossima stagione: Anderson andrebbe infatti a completare un quintetto formato dai due veterani Mike Conley e Marc Gasol, dal sophomore Dillon Brooks, tanto bene ha fatto nella mediocrità della scorsa stagione e dalla quarta scelta dell’ultimo Draft Jaren Jackson Jr.

Da verificare la posizione nel roster di Chandler Parsons, di cui ormai si parla più per il contratto pesante che si porta dietro, che per quello che fa sul campo; la franchigia ha provato anche nei giorni precedenti al Draft al liberarsi dei suoi $49 milioni per le prossime due stagione, ma nessuno ha voluto interessarsene. Per questo motivo i Grizzlies proveranno in ogni modo a recuperare e reinserire nelle rotazioni un giocatore che ha giocato solamente 42 partite con 7 punti di media da quando è a Memphis (si è anche parlato di una condizione fisica che potrebbe però costringerlo al ritiro).

 

Leggi anche:

NBA: Malik Monk salterà il resto della Summer League per infortunio

Mercato NBA: Brook Lopez si accorda con i Bucks

Adidas Playground Milano League: intervista a Danilo Gallinari

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Memphis Grizzlies