Seguici su

Houston Rockets

Mercato NBA: i Rockets vogliono rifirmare Capela ad ogni costo

Vista l’aggressività dei Warriors sul mercato e la perdita di Trevor Ariza, i Rockets puntano tutto su Capela: verrà pareggiata qualsiasi offerta presentata al centro svizzero

Mentre giorno dopo giorno tutti i pezzi pregiati presenti sul mercato si accasano in qualche franchigia, ci sono ancora dei big a spasso: il nome più eclatante è quello di Clint Capela.
I Rockets hanno esteso al proprio centro una qualifying offer che lo ha reso restricted free agent, e sono quindi in grado di pareggiare qualsiasi offerta fatta da altre squadre.
L’intenzione della franchigia è quella di puntare fortissimo su Capela: diversi rumors affermano che qualsiasi offerta presentata allo svizzero sarà pareggiata immediatamente dai Rockets.
Capela ha dimostrato di essere una pedina fondamentale per la squadra e si è rivelato perfettamente a suo agio nel sistema di Mike D’Antoni. Il ginevrino si è rivelato fondamentale sotto due diversi aspetti: per la sua incredibile difesa del ferro e per la sua capacità di giocare il pick’n’roll con James Harden e concludere con una schiacciata al volo.

Riavere Capela, tuttavia, costerà e anche parecchio ai Rockets: dopo la firma di un contrattone a Chris Paul e dopo le firma a Gerald Green e a Micheal Carter-Williams, il rinnovo di Capela spingerà i Rockets ampiamente in luxury tax. La franchigia, infatti, si trova al momento sotto la luxury tax di appena 4.6 milioni, e passerà la soglia dei 123.7 milioni, con ogni probabilità, quando Capela verrà rifirmato.
Se i Rockets vogliono provare a competere realmente con i Golden State Warriors, tuttavia, il sacrificio andrà fatto, a maggior ragione dopo la firma da parte dei Dubs di DeMarcus Cousins.

Dopo aver perso un giocatore chiave nel sistema di D’Antoni come Trevor Ariza, firmato dai Suns per un anno, i Rockets hanno assoluta necessità di firmare Capela, costi quel che costi.

 

Leggi anche:

NBA, Paul George: “Voglio vincere il titolo con Westbrook”

NBA, i Lakers non hanno firmato Cousins a causa del suo infortunio

NBA, Barkley: “Preferirei non vincere piuttosto che andare in un superteam”

Parti in viaggio con noi a Miami dal 21 al 28 marzo: due partite NBA con Fan Experience (riscaldamento da bordocampo e meet & greet) e una bella vacanza a South Beach!

SCOPRI L'OFFERTA DI LANCIO SU LESGOUSA.IT

Commento

Commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets