Seguici su

Boston Celtics

NBA, Celtics: il rookie Robert Williams dorme troppo e buca la conferenza stampa di presentazione

Passo falso in partenza per il promettente rookie dei Boston Celtics

Williams

Non inizia nel modo migliore l’avventura della matricola Robert Williams – centro selezionato  dai Boston Celtics all’NBA Draft 2018 con la pick numero 27 – in maglia biancoverde. Il lungo ex Texas A&M – provato dal tourbillon di emozioni da Draft (e forse anche da qualche festeggiamento di troppo) – è arrivato in ritardo alla propria conferenza di presentazione. Motivo: non si è svegliato in tempo.

Williams il dormiglione

La conferenza stampa è stata dunque posticipata di un’ora (si è svolta ieri nel pomeriggio). Così Williams:

“Dopo il Draft ero stanchissimo, sono andato a letto tardi a casa di mia zia. Il giorno dopo mi ha svegliato mia sorella dicendo che ero in ritardo per la conferenza stampa di presentazione. Mi dispiace per quel che è successo, ma mi ci voleva proprio una bella notte di sonno dopo i due – intensissimi – giorni di attività correlate al Draft.”

Poi il centro è passato a parlare di pallacanestro:

“Amo difendere. Sono un ottimo difensore, di quelli che si incollano agli attaccanti. I Celtics hanno grande intensità; in difesa nessuno si risparmia e ci si tuffa spesso sulle palle vaganti. Questa energia serve a rafforzare lo spirito di squadra e a caricare anche i tifosi; io, col mio gioco, penso di potermi inserire bene nel solco emotivo dei Celtics. “

Williams, dato da molti come possibile lottery pick, è incredibilmente scivolato fino alla scelta 27 di Boston, che potrebbero aver piazzato una delle steal del Draft. Il centro classe ’97 – sottovalutato da alcuni perché leggermente undersize: è alto 2.06 metri – va a colmare la carenza più evidente nel roster dei Celtics, squadra a cui da qualche anno manca un rim-protector degno di questo nome. Le 2.5 stoppate di media tenute al college – in 25 minuti di gioco – sono un ottimo biglietto da visita.

 

Leggi anche:

Dallas presenta Doncic

Kings, il GM Divac: “Bagley il giocatore giusto per noi”

Michael Porter Jr. potrebbe saltare l’inizio della prossima stagione

Knicks, Porzingis a Knox: “Trasforma i fischi in complimenti”

News NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics