Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA, LeBron James: vittoria e “peggiore partita della stagione”

Nonostante la vittoria e la tripla doppia messa a referto, per King James non è stata una buona partita a livello personale, ma i suoi compagni hanno alzato l’asticella.

Il Re elogia i suoi scudieri. LeBron James molto felice della prestazione dei suoi compagni in Gara 1 contro i Toronto Raptors.

Guardando ai tabellini si vede che The Chosen One ha fatto registrare la sua ventunesima tripla doppia in carriera nei Playoffs con 26 punti, 13 assist e 11 rimbalzi in 47 minuti di utilizzo.

Lui ed i suoi compagni hanno vinto Gara 1 all’Air Canada Centre dopo un overtime per 113-112. Ma il merito della vittoria, secondo James, va in gran parte ai suoi compagni di squadra che sono saliti in cattedra quando il leader era in difficoltà. Esattamente quello che serviva ai Cavaliers, e che mancava da un po’, per cominciare bene la serie contro la prima classificata della Eastern Conference.

“I miei compagni sono stati incredibili stasera. Non sono stato tanto efficiente quanto avrei voluto. Ho sbagliato un sacco di tiri aperti, molte triple con spazio. A causa dell’infortunio che ho subìto in Gara 7 non ho avuto la possibilità di allenarmi stamattina e ieri mattina. Ma alla fine tutto ciò che conta è ottenere una vittoria.”

È vero che i numeri dicono tripla doppia, ma è altrettanto vero che l’efficienza di LBJ non è stata delle migliori. 12-30 dal campo, con 1-8 da tre punti, e 1-6 dalla linea dei tiri liberi. 

3 canestri su 15 tentativi nel quarto periodo e overtime insieme. Peggior risultato, 12 tiri sbagliati, in carriera per James in un quarto quarto o tempo supplementare nei Playoff.

“Probabilmente una delle peggiori partite della stagione.

I miei compagni sono stati fenomenali. Kevin ha avuto qualche difficoltà nella prima metà di gara, ma ci ha pensato Jeff. Poi Kyle ha giocato una grande seconda metà e Kevin è rientrato ed ha giocato un incredibile secondo tempo. Era un mostro sotto canestro. JR è stato affidabile al tiro per tutta la partita con la sua grande abilità di segnare canestri e Double T ha ripreso da dove aveva lasciato in Gara 7, semplicemente il mostro sotto canestro che abbiamo coltivato negli ultimi anni. Ha messo i tiri liberi e ci ha dato extra possessi, quindi è stata una vittoria di squadra, tutti hanno contribuito e ne avevamo davvero bisogno. “

Poco importa la scarsa efficienza offensiva di James perché i Cavs sono riusciti ad emergere offensivamente come collettivo. JR Smith 20 punti con 5-6 da tre punti, Kyle Korver 19 punti, Jeff Green 16 punti con 4-4 dal campo, e Tristan Thompson 14 punti con 5-8 dal campo e 4-4 ai liberi.

“Dovevamo solo continuare a dare il nostro contributo più che potevamo. LeBron non può giocare da Superman ogni volta. Ha preso buoni tiri, ma semplicemente non sono entrati. Kyle ha messo dentro un gran tiro, Kevin ha segnato altri tiri. Il nostro lavoro è supportarlo.”

Queste le parole, dopo la partita, di JR ai microfoni di ESPN.

Anche coach Tyronn Lue ha elogiato il suo attacco, più bilanciato e redistribuito fra le tante opzioni offensive.

“Significa tantissimo avere cinque ragazzi in doppia cifra. Love e James hanno tirato 15 su 43, e sono i nostri due All-Star. Questo dimostra che i ragazzi hanno fatto un passo avanti e giocato bene. JR 5 su 6 da tre ed una gran tripla in faccia alla loro panchina durante l’overtime. I ragazzi devono continuare ad alzare il livello. È ciò che richiedono i Playoff.”

 

Leggi anche:

Risultati NBA: LeBron James non cede lo scettro. Steph Curry si riprende Golden State!

NBA Playoff Preview: Toronto Raptors – Cleveland Cavaliers

NBA, a Embiid e Simmons i fischi non danno fastidio

Commento

Commento

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisement
    Advertisement
    Advertisement

    Altri in Cleveland Cavaliers