Seguici su

Ncaa

Wendell Carter Jr. si dichiara al Draft

Il prodotto di Duke è stato indeciso fino all’ultimo, a causa anche delle “pressioni” esercitate dalla madre. Nell’ultimo Mock Draft viene previsto con la chiamata n°7

Sono state giornate di smentite e contro-smentite quelle che ha Wendell Carter Jr. nella scorsa settimana. Negli ultimi giorni infatti la sua partecipazione al prossimo Draft era stata messa in discussione dalle dichiarazioni della madre che lasciavano libero il figlio di fare la propria scelta, ma senza troppi giri di parole gli consigliavano un altro anno al College con i Duke Blue Devils.

Alla fine però ha prevalso la volontà del giocatore che come tutto il resto dello starting five della sua squadra si dichiarerà al prossimo Draft.

https://twitter.com/DukeMBB/status/985912129717964800

Il nativo di Atlanta è stato uno dei migliori giocatori della stagione nella squadra di Coach K, realizzando 13.5 punti e 9.1 rimbalzi, tirando oltre il 50% dal campo e con il 41% da tre punti, anche se su un campionario di conclusioni abbastanza limitato (19/46).

Per i tifosi di Duke, che speravano nel suo ritorno, si tratterà sicuramente di un’enorme dispiacere perché un lungo di stazza si tratta proprio del giocatore manca per ora al già devastante roster a disposizione di Mike Krzyzewski. L’ex allenatore della Nazionale Usa l’anno prossimo avrà infatti a disposizione per la prima volta della storia da quando esiste un ranking i 3 migliori giocatori dell’High School: RJ Barrett, Cameron Reddish e Zion Williamson, oltre al n°9 Tre Jones.

Nell’ultimo Mock Draft Carter Jr. si posiziona a metà lotteria intorno alla settima posizione. Il prodotto di Duke si tratta di una power forward che può giocare anche da numero 5 sopratutto nella NBA di adesso. Possiede un’atletismo straripante e un ottimo tempismo per la stoppata, anche se questo lo porta a fidarsi troppo dei suoi mezzi ed incappare in qualche fallo di troppo (vedi finale dei Regional contro i Kansas Jayhawks). La mano non gli manca, pure dalla distanza, anche se probabilmente deve migliorare sia sulle scelte di tiro e nei movimenti spalle a canestro.

Il potenziale è tutto li, da verificare anche in quale squadra finirà e come saprà adattarsi al piano superiore.

 

Leggi anche:

Marcus Smart pronto per il secondo turno

Nulla di grave all’anca per Paul George

Risultati NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Ncaa