Seguici su

L.A. Lakers

NBA, LeBron James commenta la terza sconfitta consecutiva dei Lakers

I gialloviola nella notte hanno perso anche contro Washington

LeBron James

Periodo negativo per i Los Angeles Lakers che nella notte hanno ceduto a sorpresa anche contro i Washington Wizards. I gialloviola sono stati trascinati per la quinta volta nelle ultime 9 partite all’overtime con LeBron James che contro i capitolini si è ritrovato costretto a rimanere sul parquet per altri 43 minuti in cui ha prodotto 31 punti, 9 rimbalzi e 13 assist. Nelle ultime 10 gare, la permanenza media sul campo di James si è alzata da 35 a più di 38 minuti ad allacciata di scarpe. In tutto questo i Lakers fanno fatica ad ingranare senza Anthony Davis. LeBron nel post-partita ha commentato in questo modo la situazione:

“Come gestisco le mie energie? Sto riposando qui ora, seduto mentre parlo con voi [giornalisti]. Mi riposo quando salgo in macchina e torno a casa, mi riposo quando torno a casa, riposerò domani… Questa storia sul fatto che avrei bisogno di più riposo, che dovrei riposare occupa molto più spazio di quanto dovrebbe. Non ne ho mai parlato. Non ne parlo, non ci credo. Abbiamo tutti bisogno di più riposo! La stagione è ricominciata molto velocemente e tutti speravamo di riposarci un po’ di più, ma io sono qui per lavorare, per essere a disposizione dei miei compagni. E se sono infortunato o non mi sento bene, possiamo considerare un giorno di riposo extra, ma qui sono circondato da persone oneste e anch’io voglio essere onesto con me stesso. L’amore per il gioco è l’essere lì per i miei compagni di squadra… questa è la cosa più importante.”

“Non ho mai chiesto di riposare durante la stagione, ma sento questa storia da ormai 5, 6, 7 anni, “LeBron dovrebbe riposare”, “Perché gioca così tanto alla sua età?” … E io sono ancora qui, sul campo. Non chiedo niente a nessuno: il mio lavoro è giocare quando posso, e basta.”

Negli ultimi 17 minuti contro Washington, LeBron ha giocato 15’54” mettendo a referto 13 punti e tirando 6/13 dal campo di cui 0/4 da 3 pt. Il nativo di Akron non si perdona l’errore dalla lunetta che avrebbe potuto portare in vantaggio i suoi a pochi secondi dal termine:

“Ovviamente mi assumo la piena responsabilità di quel tiro libero mancato. Devo segnare i tiri liberi, quelli sono punti facili. Ma non è lì che abbiamo perso la partita. In ogni caso me ne assumo la piena responsabilità… devo fare di meglio.”

La prossima sfida che attende i Lakers è quella contro Utah, ossia la compagine che guida la classifica ad Ovest.

 

Leggi Anche

NBA, Draymond Green si scusa per il tecnico contro Charlotte

NBA, i Lakers tagliano Quinn Cook

NBA, nulla di grave per Stephen Curry: giocherà martedì

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers