Seguici su

Miami Heat

NBA, Jimmy Butler tuona: “Gli infortuni non devono essere una scusa”

Secondo Butler gli Heat possono dare molto di più nonostante i diversi infortuni subiti

jimmy butler

I Miami Heat hanno subito una pesante sconfitta in Gara 1 contro i Los Angeles Lakers. Dopo un combattuto primo quarto, i gialloviola hanno preso il largo nel match toccando un vantaggio massimo anche di 30 punti.

La perdita di due giocatori fondamentali come Goran Dragic e Bam Adebayo non ha sicuramente aiutato i ragazzi di South Beach. Dragic ha abbandonato il campo nel secondo tempo per un infortunio al piede, mentre Adebayo nel terzo quarto a causa di un dolore alla spalla.

Tuttavia, secondo il leader della squadra, Jimmy Butler, questi infortuni non devono essere una giustificazione per la pessima prestazione offerta. Dopo la partita il numero 22 si e così espresso:

“Abbiamo parlato più volte di come dobbiamo giocare alla perfezione. Questa sera non è stato così. Questi infortuni non devono rappresentare una scusa per noi.”

Butler prima della serie coi Lakers aveva riferito che chi vuole diventare campione, deve prima sconfiggere LeBron James. Gli Heat hanno tirato dal campo con appena il 42.7%.  Butler si è rivelato il miglior realizzatore dei suoi con un totale di 23 punti, a cui ha aggiunto 5 assist e 2 palle rubate.

Gli Heat per poter ribaltare la serie dovranno giocare in maniera più aggressiva e sperare nel recupero di Dragic e Adebayo.

 

Leggi anche:

NBA, Dwight Howard: “Ho lavorato una vita per questa seconda opportunità”

NBA, LeBron James compra un’altra villa da 36 milioni a Los Angeles

Road to NBA Draft 2020: Deni Avdija

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat