Seguici su

L.A. Clippers

NBA, Steve Ballmer: “Doc Rivers è stato un coach eccezionale”

Il proprietario dei Clippers ha parlato ai microfoni di Associated Press

Steve Ballmer

Crollano mattoni dal castello Los Angeles Clippers. Dopo la cocente sconfitta nelle semifinali di Western Conference contro i Denver Nuggets, gettando nel cesto sbagliato il vantaggio di 3-1, i losangelini perdono anche il loro allenatore. Doc Rivers, detentore di un record al tempo stesso unico e negativo, in quanto unico allenatore nella storia della NBA ad essere stato eliminato per ben 3 volte partendo da una superiorità di 3-1 nella serie, ha ufficialmente lasciato la panchina dopo ben 7 stagioni.

L’oramai ex coach, nonostante il particolare primato, ha svolto un grande lavoro in tutti questi anni: ha il merito di aver portato la franchigia ad un altro livello, riuscendo a competere con i mostri sacri, con i più blasonati di sempre. Durante l’era Doc Rivers, i Clippers detengono un record di vittorie-sconfitte in regular season pari a 356-208, da invertire però nei Playoff: 27-32. Questo il rimorso più grande. L’ultimo step, il più importante, è venuto a mancare, motivo forse per cui Rivers e la società hanno deciso di dirsi addio.

Ad ogni modo, il proprietario Steve Ballmer non ha rimpianti e ha espresso così tutto il suo apprezzamento:

“Doc è stato un coach eccezionale per i Clippers, un ambasciatore incredibile e un pilastro di forza durante i momenti più difficili. Ha vinto un mucchio di partite e contribuito a una nuova rifondazione per questa franchigia.”

Doc Rivers, dal canto suo, ha ringraziato con questo messaggio:

“Grazie Clipper Nations per avermi permesso di essere il tuo coach e per avermi supportato & aiutato a rendere questa franchigia, una franchigia vincente. Quando decisi di accettare questo lavoro il mio obiettivo era rendere i Clippers una squadra vincente, una destinazione appetibile per i free agent migliori e portare una championship all’organizzazione. Mentre sono riuscito a raggiungere parte dei miei obiettivi, non sarò in grado di vederli realizzare tutti in prima persona. Ringrazio tutti i giocatori, i coach e lo staff per il loro supporto durante la mia permanenza qui. Ancor più importante, ringrazio tutti i tifosi. Ne abbiamo passate molte insieme, sono grato di ogni cosa avuta qui.”

Una nuova alba sorgerà in casa Clippers.

Leggi anche:
Mark Cuban offre aiuto all’ex NBA Delonte West

NBA, 76ers e Pelicans cercano Doc Rivers per la panchina

NBA, Frank Vogel: Nessun asterisco per chi vincerà il titolo

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers