Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, Kevin Durant su Steve Nash: “Felicissimo, mi aiuterà a crescere”

L’asso dei Nets sembra essere entusiasta dell’arrivo in panchina del canadese

Kevin Durant

Kevin Durant ha parlato per la prima volta in pubblico da quando i Brooklyn Nets hanno ufficializzato Steve Nash sulla propria panchina. La stella ex Warriors si è detto semplicemente ‘entusiasta’ dell’opportunità di essere allenato dal 2 volte MVP della lega. Durant, parlando al podcast “The Old Man and the Three” di JJ Redick, ha detto di essere felice del fatto che ogni ex giocatore abbia la possibilità di essere un capo allenatore in NBA confessando di “non vedere l’ora” di imparare da Nash:

“La sua intuizione per il gioco, la sua comunicazione, il modo in cui comunica il gioco del basket mi aiuterà sicuramente a crescere come giocatore e aiuterà il resto della squadra. Ogni volta che sono in palestra con lui, cerco sempre di apprendere qualcosa, come se fossi una spugna. Non vedo l’ora che arrivi qui a Brooklyn. Mi sento sempre uno studente del gioco. Le ha viste tutte nel corso della sua carriera, ha giocato in epoche diverse: non vedo l’ora che mi insegni qualcosa in più al riguardo.”

Durant ha inoltre aggiunto di aver già avuto la possibilità di lavorare con Nash circa sette o otto anni fa e che lo ha aiutato a capire come funzionasse la mentalità del canadese. Nash, nel frattempo, qualche giorno fa ha speso le sue prime parole da coach dei Nets dicendo che il rapporto con KD è già solido da tempo e che i due hanno sviluppato un’amicizia che dura ormai da qualche anno.

“È un privilegio lavorare con uno dei più grandi giocatori nella storia NBA. È incredibilmente disponibile, curioso e che si presta facilmente allo sviluppo del suo gioco, ma anche umanamente parlando. È una persona profonda che ha tanti obiettivi da voler raggiungere, non solo in termini di basket. Penso che il mio commento riguardi di più Kevin come essere umano, il tipo di persona che è, su come cerca sempre di crescere, cercando sempre di imparare e chiedendo sempre come può migliorare. Non ha mai paura di dire, “aiutami con questo”, “cosa ne pensi?” quindi questo è il tipo di fiducia e sicurezza che ci vuole per poter chiedere aiuto e fare bene insieme.”

 

 

Leggi Anche

Playoff NBA, dominio Lakers, 29 punti per Davis!

NBA, Celtics infuriati con Nick Nurse

NBA: Chauncey Billups in pole position per la panchina dei Pacers

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets