Seguici su

Miami Heat

NBA, Jimmy Butler ha provato a giocare con una maglia senza nome all’inizio di Heat-Nuggets

Jimmy Butler ha provato ad entrare in campo con una maglia senza nome durante la partita tra i suoi Miami Heat e i Denver Nuggets

Butler

Jimmy Butler ha provato ad entrare in campo con una maglia senza nome durante la partita tra i suoi Miami Heat e i Denver Nuggets. Al suo ingresso in campo prima della palla a due è stato però bloccato dagli arbitri, che lo hanno costretto a cambiare maglia e ad indossarne una con il nome.

Butler aveva espresso il desiderio di poter giocare durante questa ripresa della stagione NBA con una maglia senza nome, a sostegno del movimento “Black Lives Matter”. La NBA aveva però respinto la sua richiesta; sembra che almeno altri 30 giocatori abbiano presentato una richiesta simile a quella di Butler per giocare con una maglia senza nome.

Questa la spiegazione data dall’NBA sul rifiuto di tale richiesta:

”Usare una maglia senza nome o senza un messaggio non era tra le opzioni accettate assieme dall’Associazione dei giocatori e dalla NBA per poter modificare una divisa da gioco. Come da regolamento infatti nessun giocatore può entrare in campo con una uniforme diversa da quelle permesse o modificata”.

Leggi anche:

NBA, Carlisle: “Harden è uno dei più grandi scorer di tutti i tempi”

NBA, il podcast di Niccolò Melli vi porta dentro la bolla di Orlando

NBA, Popovich: “Inginocchiarsi durante l’inno è una scelta personale”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat