Seguici su

Houston Rockets

NBA: James Harden è arrivato ad Orlando

Con cinque giorni di ritardo rispetto al resto della squadra, James Harden è arrivato ad Orlando, mettendo a tacere i rumors riguardo la sua positività al coronavirus

James Harden

L’assenza di James Harden stava iniziando a farsi sospetta e il timore che gli Houston Rockets dovessero fare a meno anche di lui, oltre che di Russell Westbrook, alla ripresa della stagione stava crescendo. Per fortuna dei texani (e degli amanti del basket) però, il Barba è arrivato nella bolla di Orlando, cinque giorni dopo la squadra, mettendo a tacere i rumors che lo volevano positivo al coronavirus. Per l’ex MVP adesso inizierà il periodo obbligatorio di quarantena prima di potersi unire ai compagni per le sedute di allenamento.

Vista l’assenza (a tempo indeterminato) di Westbrook, coach Mike D’Antoni e tutti i Rockets ripongono molte speranze nell’ex Oklahoma City Thunder, per consolidare e magari migliorare l’attuale quinta posizione nella Western Conference. D’altronde prima che l’emergenza sanitaria bloccasse la stagione, Harden stava viaggiando a cifre irreali. Grazie ai suoi 34.4 punti, 6.4 rimbalzi e 7.4 assist infatti si era inserito prepotentemente nella corsa al titolo di MVP.

Leggi anche:

NBA, Russell Westbrook positivo al Coronavirus: non parte per Orlando

NBA, anche Nikola Jokic arriva ad Orlando

NBA, anche Harrison Barnes positivo al Covid-19

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets