Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Stephen Curry commenta il caso Floyd: “George è stato ammazzato”

La stella dei Golden State Warriors ha sferrato dure critiche tramite i social network

caso floyd steph curry

Dopo le nette e dure prese di posizioni di LeBron James e dei principali personaggi americani, anche Stephen Curry, stella dei Golden State Warriors, ha voluto commentare a modo suo, il caso della morte di George Floyd che sta tenendo banco negli Stati Uniti d’America. Il nativo di Akron, tramite i propri social network, ha condannato chiaramente l’azione del poliziotto il quale ha letteralmente soffocato Floyd durante un’azione di polizia in quel di Minneapolis:

“GEORGE FLOYD. Se questa immagine non vi disturba e non vi fa infuriare, non so cosa dire. Ho visto tante persone farsi avanti e cercare di articolare il loro disgusto e la loro rabbia ormai al limite. George Floyd. George Floyd. George ha una famiglia. George non meritava di morire. George ha chiesto aiuto ed è stato ignorato, a riprova se ce ne fosse ancora bisogno che la sua vita di uomo nero non ha valore. George è stato ammazzato. George non era umano, agli occhi di quel poliziotto che volontariamente e lentamente gli ha tolto la vita”

 


Leggi anche:

NBA, non solo Thibodeau per la panchina Knicks

Gilbert Arenas ha un solo rimpianto in NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors