Seguici su

Curiosità

NBA, LaMelo Ball compra una squadra australiana

LaMelo Ball ha deciso di aiutare la squadra dove ha trascorso l’ultima stagione acquistandola, con l’obbiettivo di creare una grande organizzazione

LaMelo Ball

LaMelo Ball ha acquistato gli Illawarra Hawks. Il classe 1998 ha deciso di acquistare la franchigia australiana dopo averci giocatore durante l’ultima stagione. L’annuncio è stato dato dal manager del 18enne, Jermaine Jackson:

“Melo ama i tifosi di Illawarra e la sua comunità. L’hanno accolto a braccia aperte. Ci hanno fatto sentire come a casa nostra. Quando abbiamo iniziato a sentire dei problemi che stavano attraversando, abbiamo parlato e alla fine abbiamo deciso di acquistare la squadra. LaMelo sarà impegnato dalla sua carriera NBA, ma assumeremo le persone adatte a supervisionare il tutto. Vuole creare la miglior programmazione sportiva possibile per le persone di questa comunità. Quando i ragazzi delle scuole sentiranno che LaMelo ha comprato la squadra, vorranno sicuramente giocarci. Sapranno che ci prenderemo cura di loro. La società sarà come sotto steroidi, creeremo un programma per cui i ragazzi vorranno giocare. Sono in contatto con alcuni ex general manager NBA, che vorrebbero venire a darci una mano e con allenatori di alto livello che hanno vinto qualsiasi cosa possiate immaginare.”

LaMelo è una potenziale prima scelta al Draft 2020. A giugno dello scorso anno ha deciso di saltare il college, rompendo i classici schemi sul percorso che un giovane deve fare prima di arrivare in NBA. Ha preferito disputare una stagione da professionista, in cui ha registrato media di tutto rispetto: 17 punti, 7 rimbalzi e 7 assist a partita.

La sua esperienza è durata 12 match, prima di infortunarsi ad un piede. È comunque riuscito a ottenere il premio di Rookie of the Year del campionato. Precedentemente aveva giocato alcune partite in Lituania, prima di tornare negli USA, dove ha preso parte ad alcune partite della Junior Basketball Association, lega creata dal padre, LaVar Ball.

 

Leggi anche:

NBA, Masai Ujiri non sta pensando al rinnovo di contratto con Toronto

I dieci MVP più sottopagati della storia NBA

NBA, Mark Cuban: “L’NBA ripartirà? Non ne ho idea”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità