Seguici su

L.A. Clippers

NBA, Leonard torna a Toronto da avversario: “È stata una corsa meravigliosa”

Kawhi Leonard stanotte tornerà a Toronto, ma da avversario. In occasione della sfida il giocatore ha ricordato la passata stagione.

kawhi leonard

Fun guy in Town. Era questa la frase che molti tifosi Raptors avevano dedicato a Kawhi Leonard. Il campione della California aveva guidato la squadra canadese alla vittoria del primo titolo della sua storia e stanotte tornerà alla Scotiabank Arena da avversario. Intervistato, Kawhi Leonard ha ricordato positivamente l’esperienza in maglia Raptors:

“La corsa al titolo è stata divertente. Ho vissuto un bel periodo l’anno scorso col coaching staff, il front office e i giocatori. È stata un’esperienza grandiosa”

Il giocatore, attualmente, forma con Paul George la coppia leader dei Clippers, candidandosi prepotentemente alla vittoria del titolo NBA. Kawhi, che ha già vinto il titolo con una squadra della Western Conference, è tornato a giocare nella sua nativa Los Angeles. La scelta di cambiare squadra effettuata la scorsa estate, per ammissione dello stesso giocatore non è stata per nulla facile:

“Non mi sono sbrigato né è stata una decisione veloce. Ho parlato col front office di ogni dettaglio. E’ stata una decisione difficile da prendere.”

Poi una battuta sui tifosi di Toronto:

“Sono stati fantastici l’anno scorso. Ci hanno seguiti fino alla fine, tra i nostri alti e bassi. In ogni serie playoff dell’anno scorso, tranne le Finals, siamo stati tante volte sotto e i tifosi ci hanno sempre dato la giusta spinta per ribaltare ogni situazione. A loro va il mio grazie più grande.”

Leonard stasera, dopo il caloroso bentornato garantito dai Raptors, sarà l’osservato speciale. I giocatori di Toronto sanno le qualità del loro ex compagno e per vincere dovranno limitare almeno uno dei due campioni losangelini. Finora “The Funny Guy” sta mantenendo una media di 25 punti a partita. Meno dell’anno scorso ma con un sensibile miglioramento negli assist: 5 a partita, due in più rispetto alla scorsa stagione.

Fredde statistiche ma che in questo caso riescono a rendere l’idea della nuova dimensione in cui si è calato Leonard: una squadra non più accentrata su di lui, ma una coabitazione con un altro All Star del calibro di Paul George. Il giocatore ex Indiana, dopo aver saltato l’inizio di stagione causa infortunio, sta velocizzando il suo feeling con la squadra e con Kawhi, vedendo lievitare le proprie personali statistiche.

La sensazione è che quando i due riusciranno a trovarsi completamente, il duo Clippers si candiderà a essere una delle coppie più determinanti della Lega. I Raptors sono avvisati.

 

Leggi anche:

Paul George parla dell’attacco e della difesa dei Los Angeles Clippers

Risultati NBA: tutto facile per Denver, Leonard e George battono Doncic a domicilio

Kawhi Leonard dopo la gara contro Toronto: “Non vivo nel passato, con loro ho vinto”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers