Seguici su

Miami Heat

NBA, Butler resta vago sul perché dell’addio ai Sixers

Jimmy Butler è ancora molto superficiale e non vuole approfondire le dinamiche che lo hanno spinto a cambiare franchigia.

jimmy butler

Non è mai stato troppo chiaro del perché Jimmy Butler abbia deciso di abbandonare i Philadelphia 76ers. D’altra parte il roster era composto da giocatori con grandi qualità e il trio Butler-Embiid-Simmons poteva essere davvero uno dei più micidiali dell’intera lega (con Ben Simmons da tre poi…) . Nonostante ciò il 30enne ha deciso di cambiare squadra e accasarsi a Miami (il tutto tramite una trade) probabilmente anche per prendere il posto dell’ormai ritirato Dwyane Wade.

L’ultima partita giocata da Butler è stata proprio contro i Sixers, e in quell’occasione la tensione non è mancata con i tifosi che non hanno esitato a rifilargli una buona dose di fischi. Ma questa probabilmente era una cosa che il giocatore aveva già preso in considerazione.

Come riportato da Zach Lowe di ESPN le origini del conflitto sarebbero di natura economica. Pare infatti che i Sixers abbiano offerto a Jimmy Butler una cifra minore rispetto al massimo salariale preteso dal giocatore. Al riguardo però, il numero 22 è stato piuttosto vago ai microfoni di Michael Lee di The Athletic:

“E’ chiaro che qualcosa sia accaduto. Non diremo di cosa si è trattato, non darò dettagli, né io né i Sixers possiamo vivere nel passato. Ora ciò che conta è che io stia bene dove sto, stare con questi ragazzi a Miami è una gioia per me. Non mi pento assolutamente di niente”.

La situazione dunque è ancora da chiarire, ovviamente tutte le informazioni verranno svelate col tempo. Nel frattempo Jimmy Butler pensa ad essere il leader di una squadra ricca di talento e determinazione, che quest’anno probabilmente potrà ambire al sogno della post-season.

 

Leggi anche:

NBA, Lillard sull’inizio di stagione dei Blazers: “Non sono preoccupato”.

NBA, i Clippers si preparano alla sfida contro Luka Doncic.

I 10 giocatori NBA più famosi che hanno commesso crimini gravi.

 

 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat