Seguici su

Curiosità

I 10 giocatori NBA più famosi che hanno commesso crimini gravi!

Andiamo oggi a scoprire i 10 giocatori NBA che hanno commesso crimini più o meno gravi e che, in generale, hanno avuto problemi con la giustizia.

10. J.R. Smith

Credits to: foxsport.com

Credits to: foxsport.com

Iniziamo da J.R. Smith, che in carriera ne ha avuti parecchi di problemi con la giustizia (e considerando il soggetto in questione non c’è da stupirsi) ma in questo caso è stato artefice di una vera e propria tragedia. Correva l’anno 2007, l’attuale giocatore dei Cleveland Cavaliers militava al tempo nei Denver Nuggets; sono le 5:30 del mattino in Colorado, Smith era alla guida di un SUV quando ha avuto la brillante idea di non fermarsi ad uno STOP, scontrandosi con un’altra macchina.

J.R. non ha riportato ferite di gravi entità, ma uno dei suoi passeggeri, Andre Bell, è morto in ospedale 48 ore più tardi a causa delle ferite riportate alla testa. Inizialmente J.R. era stato condannato a 90 giorni di galera, salvo poi riuscire a scontarne soltanto 24 a cui si sono aggiunte 500 ore di lavori socialmente utili e 7 partite di sospensione dalla NBA.

 

9. Keon Clark

Credits to: usatoday.com

Credits to: usatoday.com

Keon Clark si trova attualmente in carcere. Conclusa la sua carriera professionistica nel 2004, l’ex Sacramento Kings è stato più volte accusato di possesso di droga, marijuana e sostanze stupefacenti in generale. Una leggenda, da lui stesso riportata, indica come non abbia mai giocato una singola partita NBA da sobrio. Nel 2013, accertate le accuse di cui sopra, la condanna: 8 anni di prigione.

Precedente1 di 5
Commento

Commento

  1. Damiano Pignedoli

    03/06/2017 00:56

    Occhio ragazzi. L’Eddie Johnson della foto è quello sbagliato che difatti non ha mai vestito la casacca degli Hawks, come fece invece il di poco più anziano “Fast” Eddie… Notare anche il paragrafo “Mistaken Identity” della voce wikipediana “https://en.wikipedia.org/wiki/Eddie_Johnson_(basketball,_born_1959)#Mistaken_identity”, in cui l’ex Suns «is considering legal action against the various news outlets that used pictures of him gained from the internet or did not fact check his identity against that of Edward Lee “Fast Eddie” Johnson». Ciao.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità