Seguici su

Atlanta Hawks

NBA, Jabari Parker è tornato: il suo inizio di stagione è positivo

Dopo le stagioni a Chicago e Washington, Jabari Parker ha iniziato al meglio la sua nuova esperienza ad Atlanta. Dopo infortuni e polemica, sembra che il giocatore abbia trovato l’ambiente ideale.

jabari parker atlanta

Sconfitta fuori casa per Atlanta questa notte. A Portland i falchi della Georgia hanno dovuto soccombere all’overtime contro una squadra più attrezzata nonostante gli infortuni, guidata dal solito Damian Lillard. Per Atlanta invece, oltre a Trae Young, è spiccata la prestazione di Jabari Parker, arrivato in estate durante la free agency, che ha chiuso il match con 27 punti e 11 rimbalzi.

Due anni e mezzo fa Parker si infortunò al crociato, iniziando un calvario arrivato fino ad oggi. In questi anni infatti le cose sono molto cambiate per la seconda scelta al Draft 2014. Costretto a saltare gran parte della sua stagione da rookie, il talento di Kansas dopo essere tornato era stato costretto a fermarsi di nuovo, durante la sua migliore stagione per punti realizzati, nel febbraio 2017.

I Bucks, preso atto del nuovo infortunio si affidarono ad Antetokounmpo, venendo ampiamente ripagati. E così nel 2018 la squadra di Milwaukee ha preferito lasciare libero Jabari Parker, che ha deciso di tornare a casa, a Chicago, per ripartire da dove l’infortunio lo aveva bloccato.

Eppure la favola del figliol prodigo non c’è stata e il giocatore è finito prima fuori squadra e poi scambiato con Washington nell’affare Porter. Le qualità offensive però gli hanno permesso, nonostante le turbolenze, di mantenere 15 punti e 6 rimbalzi di media sia coi Bulls che coi Wizards.

Per Atlanta, quindi, decidere di ingaggiare Parker con un contratto annuale è stato tutt’altro che un azzardo. Con 13 milioni la franchigia del Sud ha ingaggiato un giocatore che, per quanto fragile e non avvezzo a difendere, rimane un realizzatore di livello.

Scelta fin qui azzeccata. In queste prime nove partite, Jabari sta viaggiando 17.6 punti di media. Le statistiche possono migliorare ancora, perché il talento c’è e la squadra deve ancora conoscersi. La speranza è che Atlanta possa essere la squadra giusta per la carriera di Parker, arrivato a 24 anni. Il giocatore deve giocare una stagione intera e dimostrare quanto vale. Quale scelta migliore di una franchigia senza pressioni che vuole far crescere i propri giovani?

 

Leggi anche:

Mercato NBA, Jabari Parker si unisce agli Atlanta Hawks

NBA, il GM Schlenk e coach Pierce sul futuro degli Atlanta Hawks

NBA, Hawks: infortunio per Trae Young

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Atlanta Hawks