Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, Kevin Durant contro le statistiche avanzate: “Solo i giornalisti le guardano”

La stella dei Brooklyn Nets si è lasciato andare a commenti contro l’utilizzo delle statistiche avanzate

Kevin Durant

Non è nuovo a dichiarazioni del genere. Kevin Durant, durante una discussione intrapresa su Twitter, ha ribadito l’inutilità delle statistiche avanzate sui giocatori NBA. L’ala dei Brooklyn Nets, infatti, ha avuto una differente visione di vedute con Matt Moore, admin di @HPbasketball, uno degli account più seguiti sull’argomento. Il buon KD ha risposto all’analisi di Moore, il quale aveva twittato un suggerimento nei confronti di Zach LaVine consigliandogli di tirare di più dall’arco (37% lo scorso anno) rispetto al tiro dalla media (35.6%).

Durant, che ha notato la discussione, ha risposto all’analyst sostenendo il fatto che nessun giocatore tenda a concentrarsi sulle stats avanzate:

“Chi c…o vuole guardare alle mappe di tiro quando si sta parlando di pallacanestro? Io non vedo il gioco in maniera matematica, questa è l’unica differenza nella nostra conversazione. Io capisco il tuo punto di vista, ma abbiamo due visioni diverse del gioco. Le statistiche avanzate sono un buon modo per semplificare le cose. Io di solito mi affido all’istinto: se sono caldo da tre punti, allora tiro molto da tre; se il mio tiro dalla media funziona, allora è lì che vado per cena; se l’area è sgombra, allora rimango nel pitturato. Ogni prima e seconda opzione di una squadra NBA dovrebbe ignorare le statistiche e giocare secondo il proprio istinto, e molti di loro lo fanno”.

Poi sul fatto che il tiro dalla media stia lasciando spazio a nuove opzioni di gioco, KD ha risposto chiaramente:

“Vedo tanti giocatori rinunciare a tiri dalla media distanza anche totalmente aperti per forzare passaggi fuori dalla linea dei tre punti o brutte conclusioni al ferro. Il gioco sta andando verso le triple e i layup, perciò perché uno dovrebbe lavorare sul tiro dalla media? Se non fosse proibito dagli allenatori, i giocatori ci lavorerebbero di più e lo svilupperebbero, prendendosi con più fiducia quella conclusione. Il tiro su cui lavori di più è quello che ti riesce meglio”.

 

LEGGI ANCHE:

NBA: i Kings offrono il rinnovo a Bogdanovic

NBA, Carsen Edwards realizza 8 triple in un quarto

Mercato NBA: i Celtics esercitano l’opzione per Jayson Tatum

Commento

Commento

  1. karoo

    16/10/2019 16:42

    vero. mi trovo d’accordo con lui. Il tiro dalla media sparisce perché è meno efficiente, ma se io fossi un giocatore con il 90% dalla media, quale pazzo me lo vieterebbe? I numeri contano, ma non sono tutto e ormai c’è chi se lo è dimenticato.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets