Seguici su

Curiosità

Il post su Facebook di Adidas con James Harden coperto da insulti razzisti

La stella degli Houston Rockets è stato preso di mira da insulti razzisti su un post celebrativo dei 70 anni di Adidas

Sembrava una campagna pubblicitaria come le altre quella messa in piedi da Adidas sui propri canali social e invece si è trasformata in qualcosa di inimmaginabile. Il noto brand di abbigliamento sportivo nella giornata di oggi ha condiviso su Facebook un post in cui viene ritratto James Harden, famoso testimonial dell’azienda tedesca con cui ha firmato un contratto da 200 milioni di dollari in 13 anni, per celebrare i 70 anni dalla sua nascita. Vuoi per ignoranza, vuoi per poca comprensione del mondo umano, alcuni dei follower della pagina stessa hanno cominciato a commentare il post con epiteti poco simpatici verso la stella degli Houston Rockets.

adidas celebra 70 anni di innovazioni straordinarie. 33% di sconto EXTRA nell'Outlet con la promozione Show Your Stripes!

Gepostet von adidas am Mittwoch, 22. Mai 2019

Tra i diversi commenti online si potevano leggere, prima della rimozione di alcuni di essi, frasi come “chi ti ha fatto uscire dalla gabbia”, “Mi spiegate la strategia di marketing? Perché il ragazzo è bruttarello”, “si trattano bene nei centri di accoglienza”, “Ma che schif è?”, “ma questo chi è? quello che smaltisce i vostri rifiuti?”, “chi è questa capra?”. E ne seguivano tanti altri.

post adidas harden

La denuncia della Giornata Tipo

 

LEGGI ANCHE:

All-NBA Team 2019: selezionati i migliori quintetti della stagione

NBA, Giannis, George e Harden finalisti per il titolo di MVP

Commento

Commento

  1. Luchinho

    24/05/2019 11:44

    Siamo proprio un popolo di stronzi merdosi, che il testimonial sia Harden o qualcun altro.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità