Seguici su

Mercato NBA 2019

I Pelicans sondano il mercato NBA per Mirotic e Randle

Non solo questi due: anche Jrue Holiday, Solomon Hill ed E’Twaun Moore sono sul mercato

julius randle

Non solo Anthony Davis in uscita per i New Orlenas Pelicans: infatti vista l’impossibilità di poter trattenere la propria superstar la squadra della Louisiana ha deciso di attuare un piano totale di rebuilt cercando di ottenere il maggior numero di giocatori futuribili e scelte.

Per questo motivo Dell Demps pare stia sondando il mercato anche per Nikola Mirotic e Julius Randle. Il montenegrino naturalizzato spagnolo, nonostante qualche infortunio, sta giocando la sua miglior stagione in carriera registrando 16.7 punti di media, con 8 rimbalzi e il 37% da tre punti in soli 28 minuti di gioco; per l’ex Chicago Bulls, che diventerà unrestricted free agent nella prossima stagione, i Pelicans chiedono una prima scelta, cosa che ancora nessuna squadra sembra essere intenzionata a cedergli.

Per Julius Randle il discorso è molto simile, anche se il giocatore dispone di una player option da $9milioni per la prossima stagione. L’ex Los Angeles Lakers, prima dell’implosione della squadra, sembrava aver trovato la sua dimensione ideale all’interno delle rotazioni di New Orleans, confermandosi come uno dei migliori giocatori in uscita dalla panchina: 19.6 punti di media, con 9.3 rimbalzi, 3 assist e un miglioramento anche nel tiro da tre punti (per la prima volta sopra il 30% e sopra la conclusione a partita). Per il prodotto di Kentucky i Pelicans non hanno fatto richieste specifiche, anche se difficilmente il prezzo si discosterà molto da quello di Mirotic.

Una squadra in totale evoluzione, che oltre a Anthony Davis e a questi due sopra citati, una volta sfumato l’obiettivo Playoff potrebbe decidere di scambiare anche Jrue Holiday, Solomon Hill ed E’Twaun Moore. Sarà un ultimo giorno rovente per una delle squadre che rischia di uscire maggiormente trasformata dopo questa trade deadline

 

Leggi anche:

NBA, I Boston Celtics pronti con l’offerta per Anthony Davis

NBA, Mo Bamba fuori per una frattura da stress alla gamba

NBA, LaVar Ball senza freni: “I Lakers hanno dato a Lonzo un’attitudine perdente”

Commento

Commento

  1. Giorgio

    07/02/2019 10:00

    Sinceramente un pensierino su Randle io lo farei. Le sole statistiche non fanno un giocatore, ma non posso fare a meno di notare che ogni 36 minuti (tempo medio di gioco per un titolare), sta segnando 24.2 pts con 11.4 rimbalzi, con una media del 54% al tiro.
    Davvero niente male e non ha un contratto pesante.
    Dei giocatori che prendono almeno 10 rimbalzi a partita solo Antetokoumpo, Embiid ed Anthony Davis segnano di più in 36 minuti. Ha più o meno gli stessi numeri di Karl Anthony Towns, a parte la % da 3 punti. Ok non è il centro moderno che segna da tre, non è altissimo e non è una grande minaccia in difesa, ma è forte, veloce e ha imparato anche a palleggiare. Secondo me i Lakers prima e i Pelicans ora lo stanno snobbando un po’ ingiustamente..
    Io se in fossi Danny Ainge, la prima scelta dei Clippers + Yabusele e Baynes gliela darei, per risolvere i problemi a rimbalzo di Boston e come reazione al rinforzo di Phila, ma è chiaro che ostacolerebbe l’arrivo di Davis in estate.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2019