Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA, i veterani dei Cavs non vedono di buon occhio Sexton

A Cleveland i problemi sembrano non finire mai: l’ultimo in ordine temporale è la presunta tensione tra i veterani della vecchia guardia e Collin Sexton

Le cose continuano ad andare di male in peggio per i Cleveland Cavaliers. È iniziato tutto questa estate, quando il Re, LeBron James, ha deciso di abbandonare il suo regno, lasciandolo in rovina. L’inizio di stagione è stato terrificante (1-9 il record fin qui), Kevin Love si è infortunato e starà fuori a lungo, JR Smith ha praticamente dichiarato di essere un separato in casa, coach Lue è stato esonerato ed il suo posto è stato preso da Larry Drew.

Le grane continuano comunque a sembrare senza fine. L’ultima novità in casa Cavs è la bassissima stima che hanno i veterani dei Cavs nei confronti di Collin Sexton, ottava scelta all’ultimo NBA Draft. Il rookie sta fin qui tenendo delle discrete medie di 11.1 punti, 2.4 rimbalzi e 2.2 assist per partita, tirando col 43& dal campo in 23 minuti medi di utilizzo.

Old vs New

Secondo Joe Vardon del The Athletic:

Veterani come Tristan Thompson hanno detto in maniera chiara che c’è una divisione tra i veterani della vecchia guardia come lui, Smith, Frye, Korver, e i giovani del roster. Sta diventando sempre più evidente che quando i veterani parlano di chi non sa come vincere, o non conosce il suo ruolo, facciano riferimento a Collin Sexton […] la credenza su Sexton è che non sappia giocare, come difendere il pick ‘n roll, non sa come mettere in ritmo i compagni. Sanno che ha solo 19 anni e un anno di college basket alle spalle, ma vedono anche le sue mancanze. Sono scoraggiati dal fatto che il giocatore non sembri infastidito dalle sconfitte.

Leggi anche:

Russell Westbrook e Victor Oladipo giocatori della settimana NBA

NBA Confidential: Luka Doncic & Maxi Kleber

LeBron James: “Dobbiamo ignorare il rumore esterno”

Commento

Commento

  1. Giorgio

    06/11/2018 15:19

    E’ significativo che I veterani dei Cavs, incapaci di vincere, se la prendano con un rookie di 19 anni, dandogli piu’ responsabilita’ del dovuto. E’ normale che, abituati a lottare per vincere, siano furiosi per questo inizio disastroso, o forse perche’ non sono pronti a lasciar spazio a un gruppo che che non conta piu’ su di loro..

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers