Seguici su

Mercato NBA 2019

NBA, Thibodeau ha provato a convincere Jimmy Butler a tornare in squadra

I rapporti fra Jimmy Butler e i Minnesota Timberwolves sono sempre più incrinati. Fallito il tentativo di coach Thibodeau di convincere il giocatore a restare

L’addio di Jimmy Butler all’organizzazione dei Minnesota Timberwolves sembra sempre più scontato. Nelle scorse settimane infatti, l’ex Chicago Bulls ha chiesto di essere scambiato direttamente a Tom Thibodeau, in un incontro avvenuto a Los Angeles. Nei giorni seguenti la vicenda ha poi vissuto un ulteriore sviluppo con la notizia della divisione della dirigenza Timberwolves a riguardo.

Secondo Adrian Wojnarowski, infatti, il proprietario Glen Taylor era disposto a privarsi di Butler, mentre coach Thibodeau – che è anche il President of Basketball Operations della squadra – non era altrettanto disponibile a dare il suo consenso allo scambio.

Così, lo scorso lunedì Thibodeau ha raggiunto ancora una volta Jimmy Butler, per parlare di nuovo della situazione e per provare a convincerlo a ritornare con la squadra per la preseason.

Continua Woj nell’analisi:

“Se Thibodeau se ne andrà al termine della stagione, le persone che gli stanno vicino sanno perfettamente che preferirebbe arrivare ai Playoff per la seconda volta di fila con la presenza di Butler a roster.”

Da qui si spiegherebbe il motivo per il quale il coach dei Timberwolves abbia nuovamente incontrato il giocatore per provare a convincerlo a rimanere. Nel frattempo, però, Butler ha ottenuto il permesso dalla dirigenza a non presenziare per il Media Day dello scorso lunedì e l’esclusione da ogni attività sul campo almeno nella prima parte del training camp.

Fra tutte queste voci contrastanti, solamente una cosa appare chiara: Butler non è ancora stato scambiato, sebbene il giocatore non veda di buon grado una prolungata permanenza a Minnesota. Il prodotto di Marquette University pare frustrato dalla situazione e dal modus operandi della franchigia, tanto che, secondo Shams Charania di The Athletic, pare abbia chiesto al proprietario Glen Taylor se le ricerche per una trade si stiano effettivamente svolgendo in buona fede. 

Nella scorsa stagione il nativo di Houston ha viaggiato a medie di 22.2 punti, 5.3 rimbalzi, 4.9 assist e 2 rubate a partita. Diverse squadre sono sulle tracce di Jimmy Butler: fra queste i Brooklyn Nets, i San Antonio Spurs, i Los Angeles Clippers, e i Miami Heat. Scambiarlo ora, per la franchigia del Minnesota significherebbe evitare di perderlo a zero nel corso della off-season 2019, quando sarà free-agent senza restrizioni, ottenendo inoltre in cambio qualche asset di valore.

 

Leggi anche:

NBA, Karl-Anthony Towns rinnova con i Minnesota Timberwolves

NBA Media Day Thunder, parlano Westbrook e George

NBA, Myles Turner firma con Nike

NBA Media Day Rockets, le parole dei protagonisti

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2019