Seguici su

Atlanta Hawks

NBA: Trae Young è felice di avere Jeremy Lin come mentore

Arrivato ad Atlanta per far ripartire la franchigia, Trae Young non vede l’ora di iniziare a lavorare con Jeremy Lin, dal quale spera di poter imparare tutti i trucchi del mestiere

La nuova giovane stella degli Atlanta Hawks, Trae Young, non vede l’ora di poter imparare il più possibile da Jeremy Lin. Gli Hawks hanno acquistato Young cedendo ai Mavericks la propria terza scelta, dimostrando di credere fortemente nelle possibilità di sviluppo dell’ex playmaker degli Oklahoma Sooners. Il front office si è premurato inoltre di portare all’ovile un playmaker con esperienza in grado di insegnare i trucchi del mestieri a Young: la scelta è ricaduta su Jeremy Lin, ottenuto via trade dai Nets. Dopo essersi liberati di Schröder , le chiavi del gioco saranno affidate proprio alla quinta scelta assoluta di questo Draft, coadiuvata da Lin.
Dopo una Summer League di luci e ombre, Young ha rilasciato un’intervista in cui parla del suo futuro compagno di squadra, manifestando tutta la sua felicità nell’avere la possibilità di crescere e maturare a fianco di un giocatore così esperto:

Da quello che ho sentito, penso che sarà un grande mentore per me. Abbiamo parlato un po’. È davvero un bravo ragazzo. È stato a fianco dei più grandi tra i grandi e a fianco dei peggiori tra i peggiori. È passato attraverso qualunque tipo di situazione, quindi cercherò di sfruttare al meglio la sua presenza per imparare tutto il possibile.”

Parole che sono un puro attestato di stima da parte di Young, che avrà il compito di provare a far risorgere gli Hawks dalle proprie ceneri. La franchigia nella scorsa stagione ha collezionato un poco invidiabile record di 24 vittorie e 58 sconfitte, mancando l’accesso ai Playoff per la prima volta dalla stagione 2006/2007. Ad Atlanta è finito un ciclo, come testimonia la decisione del front office di puntare su Lloyd Pierce, ex assistente ai 76ers, assunto come Head Coach al posto di Budenholzer; per farne iniziare un nuovo, servirà che Trae Young si dimostri capace di guidare la franchigia.

 

Leggi anche:

NBA, Stan Van Gundy in cerca di un’occupazione: “Mi sento perso”

NBA, Wade sul suo futuro: “Mi vedo solo in maglia Heat”

NBA, Dirk Nowitzki fiducioso sui nuovi Mavs: “Quest’anno saremo competitivi”

Commento

Commento

  1. Giorgio

    13/08/2018 16:33

    Trovo che la scelta di scambiare Doncic per Young e una prima scelta (sperando in una pessima stagione dei Mavericks), sia stata pura follia. Young e’ quel tipo di giocatore che si tira contro tanti detrattori, per la sua sfrontatezza sportiva mista a un fisico fuori standard. Se guardi solo gli highligts lo ami, se lo vedi giocare non lo sopporti, eppure, in molti credono in lui, eppure, forse, puo’ davvero spaccare l’Nba, vedremo…

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Atlanta Hawks

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.