Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA: Isaiah Thomas insulta i Cavaliers e poi si scusa

Nuovo incidente diplomatico tra Thomas e i Cavs: il giocatore insulta la franchigia salvo poi scusarsi. Il ritorno di Thomas alla Quicken Loans Arena non passerà sicuramente inosservato

Se esisteva ancora qualche dubbio sul fatto che tra Isaiah Thomas e i Cleveland Cavaliers l’amore non fosse mai sbocciato, le dichiarazioni del giocatore stesso lo hanno definitivamente spazzato via.
In un video postato su Instagram, Thomas parla della sua esperienza nelle diverse franchigie per cui ha giocato, nominando Kings, Suns, Celtics e Lakers. Dopo un breve pausa il play dei Nuggets nomina i Cleveland Cavaliers, definendoli come “a shithole”. Non proprio la più lusinghiera delle definizioni.
Oltre al danno, la beffa: dopo aver pubblicamente insultato la franchigia, Thomas ha spiegato come capisca il motivo per cui LeBron sia voluto andare via da Cleveland, facendo con ogni probabilità infuriare ogni singolo tifoso dei Cavs sul pianeta.

Dopo aver rilasciato queste dichiarazioni, Thomas si è reso conto del danno e ha provato a salvare la situazione con un post su Twitter, in cui cerca di fare ammenda. Ecco le sue parole:

Chiedo scusa per la scelta di parole che ho utilizzato parlando di Cleveland. Stavo facendo un live, camminando in giro. Non mostrano tutto per una ragione… subito dopo aver detto quelle cose, ho chiarito che cosa intendevo nel video… Tutto l’affetto per tutti coloro che mi hanno sostenuto e apprezzato a Cleveland.

Nella sua dichiarazione Thomas sembra alludere alla possibilità che le sue dichiarazioni siano state semplicemente fraintese, e che non sia stato visto il video seguente in cui avrebbe spiegato meglio che cosa intendeva dire. I dubbi naturalmente rimangono, e l’idea è che, se già i rapporti tra giocatore e franchigia non erano buoni, alla Quicken Loans Arena riserveranno un’accoglienza molto particolare per Thomas, quando sfiderà i Cavs tra le mura amiche con la divisa dei Denver Nuggets.

 

Leggi anche:

NBA, Dirk Nowitzki fiducioso sui nuovi Mavs: “Quest’anno saremo competitivi”

NBA, pubblicato il calendario completo per il 2018/2019

NBA, Wade sul suo futuro: “Mi vedo solo in maglia Heat”

Commento

Commento

  1. Giorgio

    12/08/2018 23:25

    Aiuto….chissa’ quante bombe di j. Clarckson, che difesa aggressiva di J R Smith e quante stoppate di K. Love… e soprattutto quanti tifosi dei cavs incacchiati in giro per il mondo! Non fanno molta paura ai Nuggets…

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.