Seguici su

Dallas Mavericks

NBA, Mavericks non intenzionati a cedere la propria scelta

Dallas resiste, ma i Boston Celtics sembrano intenzionati a provarci fino alla fine, senza però esagerare con le contropartite. Niente Tatum, attenzione alle scelte

Con la presenza di così tanto talento al prossimo NBA Draft, anche la scelta #5 dei Dallas Mavericks può fare davvero tanta, ma tanta gola. I più interessanti in questo momento paiono essere i Boston Celtics, che secondo le ultime indiscrezioni vorrebbero arrivare ad una delle prime 5 scelte, plausibilmente questa o la #4 dei Memphis Grizzlies, per arrivare a Mo Bamba, il centro dall’università del Texas.

Secondo quanto riportato, il GM Danny Ainge sarebbe disposto a cedere uno tra Terry Rozier e Jaylen Brown, super protagonisti di questa stagione, per arrivare ad avere un centro dominante, unico vero buco in un roster molto profondo come quello dei bianco-verdi.

Considerando la presenza di Dennis Smith Jr la scelta dovrebbe ricadere sul prodotto dell’università della California, che potrebbe anche vedere diminuire il proprio minutaglie con il rientro in squadra di Gordon Hayward.

Nonostante questi rumors però oggi il gm dei Mavericks Donnie Nelson è stato piuttosto chiaro in merito:

“Non credo che andremo in cerca di una trade, siamo eccitati dal nostro nucleo di giovani con Dennis Smith e con Harrison che potrà prendere la torcia di leader che Dirk gli lascerà dopo tanto anni. Non vediamo l’ora di aggiungere un altro giovane di grande impatto al nostro mix di giocatori.”

I Dallas Mavericks pare avessero chiesto in cambio la stellina Jayson Tatum, che però dopo gli ultimi Playoff è considerato incedibile. Attenzione però alle scelte a disposizione dei Celtics che potrebbero far gola a diverse franchigie, solo la #27 in questo Draft, ma nel prossimo Boston potrà usufruire della pick dei Grizzlies, se la stessa cadrà oltre la #8 e della chiamata dei Sacramento Kings senza alcuna protezione.

Oltre alla possibilità di scegliere o di ottenere un ottimo giocatore in cambio, I Dallas Mavericks hanno anche un’ottima situazione salariale, che li potrebbe vedere protagonisti già questa stagione, ma ancora di più la prossima quando scadrà il contratto da $18 milioni di Wesley Matthews. Con le scelte giuste e senza la voglia di strafare, la squadra  di Mark Cuban sembra essersi incamminata verso la retta via

 

Leggi anche:

Road to Draft 2018: Mikal Bridges

NBA, le dichiarazioni di LeBron James dopo Gara 2

NBA Finals, Curry da tre nona sinfonia: è record

Commento

Commento

  1. Giorgio

    05/06/2018 10:40

    Meglio così, teniamoci Jaylen Brown!
    Se proprio proprio Ainge vuole arrivare a Bamba, piuttosto che rinunciare a Brown, spero in una trade del genere:
    Gordon Hayward + Marcus Morris + scelta 2019 Sacramento + scelta 2019 Memphis + 27esima scelta di Boston 2018 in cambio di
    Marc Gasol + quarta scelta dei Menphis 2018 + Ben McLemor + un giocatore di riempimento per arrivare alla somma dei contratti dei giocatori coinvolti.
    Memphis avrebbe la possibilità di “disfarsi” del contrattone di Gasol, avrebbe un all star ancora giovane da affiancare a Conley e due scelte presumibilmente alte per il 2019: quella di Sacramento probabilmente tra le prime 5, più la propria che deve cadere oltre le prime 8 (basta giocarsela, anche se c’è sempre il rischio lottery) e nel 2019 avranno spazio salariale per firmare un free agent importante.
    Boston avrebbe subito un centro in grado di marcare chiunque, ottimo passatore e tiratore da tre, compatibile con Horford e intanto potrebbe far crescere Bamba tra due maestri del ruolo. Un minutaggio intorno ai 25 minuti a partita in regular season lascerebbe spazio a Bamba e preserverebbe i due per i playoff.
    Inoltre il contratto di Horford e Gasol scadrebbe proprio tra due anni, (presumendo che si giocheranno la player option), giusto in tempo per rinnovare Irving e Jaylen Brown, con la possibilità di rifirmare i due lunghi (a 34 e 35 anni) a cifre molto più basse, mentre Bamba dovrebbe aver compiuto il suo processo di crescita (che si sa, per i lunghi è un po’ più lungo..).
    D’altra parte, se quest’anno, dopo questi playoff, Boston potesse giocarsi un’ipotetica free agency e dovesse scegliere se firmare uno tra Hayward o Marc Gasol, chi dei due firmerebbe?
    Secondo me il secondo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Dallas Mavericks