Seguici su

Boston Celtics

NBA, Brad Stevens: “Dovremo stringere i denti”

Al contrario di una Gara 3 senza storia, i Boston Celtics hanno più da recriminare da questa Gara 4 dopo aver sprecato diverse occasioni per riportarsi a contatto dei Cavs nell’ultimo quarto

Una Gara 4 diversa dal dominio Cleveland di Gara 3. Una partita in cui i Cleveland Cavaliers sono ancora una volta partiti molto forte senza però mai assestare il colpo del KO ai Boston Celtics, che potrebbero avere molto da recriminare per le schiacciate e i layup sbagliati in dei momenti chiave. 15 in totale nell’arco della partita, tanti, troppi se poi la squadra avversaria ha ricavato 15 punti a suo favore nelle azioni successive a questi errori.

Per Brad Stevens non c’è nulla di più normale nel trovarsi dove si trovano ora i suoi giocatori:

“Sarà una mini serie al meglio dei tre per andare in finale, non potrebbe andare meglio di così. Se qualcuno pensava che non sarebbe stato difficile si sbagliava, tutto è difficile. È stata una costante per noi in questa stagione dover stringere i denti, rialzarsi da una batosta e riprovarci.”

L’allenatore dei bianco-verdi non ha voluto parlare troppo di tattica e degli errori fatti in campo dai suoi giocatori, tratterà l’argomento con loro in privato nel viaggio che riporterà la squadra a Boston e domani mattina. Da qui in avanti si gioca ogni 2 giorni nonostante gli spostamenti e sarà fondamentale ricaricare velocemente le pile, sia fisicamente che mentalmente dopo ogni partita.

Gara 5 si giocherà quindi domani sera al Garden di Boston dove i Celtics sono ancora imbattuti in questi Playoff e dove il pubblico potrebbe fornire un’ulteriore spinta a Horford e compagni. Anche LeBron James riconosce le difficoltà di dover giocare in questo palazzetto:

“Se non sei uno di loro è come trovarsi all’inferno, non c’è nessun tipo di affetto verso i giocatori avversari, vieni bersagliato dall’inizio alla fine della partita (JR Smith ne sa qualcosa).”

Sarà sicuramente un Gara 5 di grande intensità, con i ragazzi di Stevens che però forse per la prima volta dall’inizio della serie potrebbero cominciare a sentire davvero la pressione, probabilmente obbligati a dover dare una risposta dopo le due partite difficile nell’Ohio.

 

Leggi anche:

NBA, Mike D’Antoni: ” La pressione è tutta sugli Warriors”

NBA, Andre Iguodala in dubbio per Gara 4

Lo straordinario anno della panchina dei Raptors

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.