Seguici su

Boston Celtics

NBA, Brad Stevens: “Dovremo stringere i denti”

Al contrario di una Gara 3 senza storia, i Boston Celtics hanno più da recriminare da questa Gara 4 dopo aver sprecato diverse occasioni per riportarsi a contatto dei Cavs nell’ultimo quarto

Una Gara 4 diversa dal dominio Cleveland di Gara 3. Una partita in cui i Cleveland Cavaliers sono ancora una volta partiti molto forte senza però mai assestare il colpo del KO ai Boston Celtics, che potrebbero avere molto da recriminare per le schiacciate e i layup sbagliati in dei momenti chiave. 15 in totale nell’arco della partita, tanti, troppi se poi la squadra avversaria ha ricavato 15 punti a suo favore nelle azioni successive a questi errori.

Per Brad Stevens non c’è nulla di più normale nel trovarsi dove si trovano ora i suoi giocatori:

“Sarà una mini serie al meglio dei tre per andare in finale, non potrebbe andare meglio di così. Se qualcuno pensava che non sarebbe stato difficile si sbagliava, tutto è difficile. È stata una costante per noi in questa stagione dover stringere i denti, rialzarsi da una batosta e riprovarci.”

L’allenatore dei bianco-verdi non ha voluto parlare troppo di tattica e degli errori fatti in campo dai suoi giocatori, tratterà l’argomento con loro in privato nel viaggio che riporterà la squadra a Boston e domani mattina. Da qui in avanti si gioca ogni 2 giorni nonostante gli spostamenti e sarà fondamentale ricaricare velocemente le pile, sia fisicamente che mentalmente dopo ogni partita.

Gara 5 si giocherà quindi domani sera al Garden di Boston dove i Celtics sono ancora imbattuti in questi Playoff e dove il pubblico potrebbe fornire un’ulteriore spinta a Horford e compagni. Anche LeBron James riconosce le difficoltà di dover giocare in questo palazzetto:

“Se non sei uno di loro è come trovarsi all’inferno, non c’è nessun tipo di affetto verso i giocatori avversari, vieni bersagliato dall’inizio alla fine della partita (JR Smith ne sa qualcosa).”

Sarà sicuramente un Gara 5 di grande intensità, con i ragazzi di Stevens che però forse per la prima volta dall’inizio della serie potrebbero cominciare a sentire davvero la pressione, probabilmente obbligati a dover dare una risposta dopo le due partite difficile nell’Ohio.

 

Leggi anche:

NBA, Mike D’Antoni: ” La pressione è tutta sugli Warriors”

NBA, Andre Iguodala in dubbio per Gara 4

Lo straordinario anno della panchina dei Raptors

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics