Seguici su

Boston Celtics

Risultati NBA: riscossa Cavaliers in Gara 3, Celtics spazzati via

La serie si sposta per Gara3 a Cleveland, con i Cavs che trovano una prestazione perfetta: Celtics spazzati via e serie riaperta dopo le due partite di Boston

Risultati NBA

La finale della Eastern Conference si sposta alla Quicken Loans Arena: Cavaliers già con le spalle al muro dopo le due gare di Boston, sotto 2-0 nella serie. I Celtics invece arrivano a Cleveland alla ricerca del colpo del ko, anche se in tutta la post season hanno faticato (record di 1 vinta e 4 perse) lontano dal TD Garden.

Che i Cavs vogliano cambiare l’inerzia della serie lo si intuisce da subito: l’inizio di LBJ e compagni è di un’intensità pazzesca, con i Celtics quasi sorpresi e incapaci di reagire. In 6 minuti Cleveland si è già portata sul +11 (15-4) mostrando tutto quello che a Boston non gli è mai riuscito: difesa, gioco in velocità e tiri da tre. Stevens è costretto dunque a fermare la gara, ma l’ondata Cavs continua. Tatum e Marcus Morris provano a tenere in partita i suoi, ma Cleveland gira perfettamente in attacco, trovando punti praticamente da tutti. Le triple di George Hill e JR Smith, i canestri di LeBron e Kevin Love portano i Cavs sul +15 alla fine del primo quarto di gioco (32-17), con Boston che sembra già al tappeto.

Il secondo quarto continua sulla falsariga del primo: i Celtics provano disperatamente a rimanere aggrappati alla partita, ma dall’altra parte c’è un LeBron James in missione che trova con una facilità disarmante i compagni. I canestri di Tatum, Brown e Rozier ad inizio del secondo parziale sembrano in qualche modo fermare l’ondata Cavs, con i padroni di casa che però negli ultimi minuti del primo tempo danno una nuova accelerata: LeBron con una schiacciata paurosa, Korver, Hill e JR dalla lunga distanza spingono Cleveland al +20 all’intervallo (61-41). 19 i punti di LeBron in questo primo tempo,

Al rientro in campo dopo la pausa, la partita non cambia: nei primi tre minuti del terzo quarto Cleveland raggiunge il +26 spinta da Kevin Love, chiudendo di fatto la contesa. Boston ha un sussulto d’orgoglio, e riesce a ricucire un po’ lo strappo: a metà terzo quarto con la schiacciata di Rozier e il gioco da tre punti di Morris gli ospiti tornano a -19 (52-71). I Cavaliers però non vogliono riaprire la gara, e nella seconda metà del quarto tornano a spingere sull’acceleratore. I Celtics non riescono a contenere l’attacco di Cleveland, con i Cavs che tornano in completo controllo della gara. Alla sirena che sancisce la fine del terzo quarto il punteggio recita 87-63 per i padroni di casa, con la partita ormai chiusa.

Coach Stevens alza infatti bandiera bianca già ad inizio quarto quarto, e toglie i titolari. Lue dall’altra parte fa lo stesso e la partita diventa un lungo garbage time. La gara finisce 116-86 per i Cavaliers, che riaprono la serie dopo le due sconfitte di Boston. I padroni di casa terminano con 6 giocatori in doppia cifra, e 17 tiri da tre a segno: un netto cambio rispetto alle gare giocate al TD Garden. I Celtics invece sono andati malissimo al tiro (39% totale, 27% dalla lunga), perdendo anche la lotta a rimbalzo (34-35). Ci sarà da lavorare per Stevens e il suo staff in vista di gara 4, in programma lunedì sempre alla Quicken Loans Arena di Cleveland.

Per Cleveland super prestazione di LeBron James che chiude con 27 punti e 12 assist e un eloquente +31 di plus/minus. 13+14 per Kevin Love, 14 punti con percorso netto al tiro per Kyle Korver e 13 per George Hill. Per Boston 18 punti di Jayson Tatum, 13 per Rozier e 10 a testa per Jaylen Brown e Greg Monroe.

Commento

Commento

  1. Giorgio

    20/05/2018 22:54

    Sconfitta sonora per Boston, molto brava Cleveland, che ha dominato già dal primo quarto, in difesa e in attacco, aumentando pian piano il vantaggio nel corso del match. Male Boston, soprattutto in attacco, con Rozier e Tatum davvero pericolosi. Sono mancati soprattuto Horford e Brown, il primo annullato da Thompson (può succedere una partita), il secondo in parte per problemi di falli (dentro e fuori, ha giocato solo 20 minuti e si è preso solo 8 tiri), in parte perché non aveva l’intensità solita. Poco male, c’è ancora gara 4 per far saltare il fattore campo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.