Seguici su

Boston Celtics

Risultati NBA: riscossa Cavaliers in Gara 3, Celtics spazzati via

La serie si sposta per Gara3 a Cleveland, con i Cavs che trovano una prestazione perfetta: Celtics spazzati via e serie riaperta dopo le due partite di Boston

Risultati NBA

La finale della Eastern Conference si sposta alla Quicken Loans Arena: Cavaliers già con le spalle al muro dopo le due gare di Boston, sotto 2-0 nella serie. I Celtics invece arrivano a Cleveland alla ricerca del colpo del ko, anche se in tutta la post season hanno faticato (record di 1 vinta e 4 perse) lontano dal TD Garden.

Che i Cavs vogliano cambiare l’inerzia della serie lo si intuisce da subito: l’inizio di LBJ e compagni è di un’intensità pazzesca, con i Celtics quasi sorpresi e incapaci di reagire. In 6 minuti Cleveland si è già portata sul +11 (15-4) mostrando tutto quello che a Boston non gli è mai riuscito: difesa, gioco in velocità e tiri da tre. Stevens è costretto dunque a fermare la gara, ma l’ondata Cavs continua. Tatum e Marcus Morris provano a tenere in partita i suoi, ma Cleveland gira perfettamente in attacco, trovando punti praticamente da tutti. Le triple di George Hill e JR Smith, i canestri di LeBron e Kevin Love portano i Cavs sul +15 alla fine del primo quarto di gioco (32-17), con Boston che sembra già al tappeto.

Il secondo quarto continua sulla falsariga del primo: i Celtics provano disperatamente a rimanere aggrappati alla partita, ma dall’altra parte c’è un LeBron James in missione che trova con una facilità disarmante i compagni. I canestri di Tatum, Brown e Rozier ad inizio del secondo parziale sembrano in qualche modo fermare l’ondata Cavs, con i padroni di casa che però negli ultimi minuti del primo tempo danno una nuova accelerata: LeBron con una schiacciata paurosa, Korver, Hill e JR dalla lunga distanza spingono Cleveland al +20 all’intervallo (61-41). 19 i punti di LeBron in questo primo tempo,

Al rientro in campo dopo la pausa, la partita non cambia: nei primi tre minuti del terzo quarto Cleveland raggiunge il +26 spinta da Kevin Love, chiudendo di fatto la contesa. Boston ha un sussulto d’orgoglio, e riesce a ricucire un po’ lo strappo: a metà terzo quarto con la schiacciata di Rozier e il gioco da tre punti di Morris gli ospiti tornano a -19 (52-71). I Cavaliers però non vogliono riaprire la gara, e nella seconda metà del quarto tornano a spingere sull’acceleratore. I Celtics non riescono a contenere l’attacco di Cleveland, con i Cavs che tornano in completo controllo della gara. Alla sirena che sancisce la fine del terzo quarto il punteggio recita 87-63 per i padroni di casa, con la partita ormai chiusa.

Coach Stevens alza infatti bandiera bianca già ad inizio quarto quarto, e toglie i titolari. Lue dall’altra parte fa lo stesso e la partita diventa un lungo garbage time. La gara finisce 116-86 per i Cavaliers, che riaprono la serie dopo le due sconfitte di Boston. I padroni di casa terminano con 6 giocatori in doppia cifra, e 17 tiri da tre a segno: un netto cambio rispetto alle gare giocate al TD Garden. I Celtics invece sono andati malissimo al tiro (39% totale, 27% dalla lunga), perdendo anche la lotta a rimbalzo (34-35). Ci sarà da lavorare per Stevens e il suo staff in vista di gara 4, in programma lunedì sempre alla Quicken Loans Arena di Cleveland.

Per Cleveland super prestazione di LeBron James che chiude con 27 punti e 12 assist e un eloquente +31 di plus/minus. 13+14 per Kevin Love, 14 punti con percorso netto al tiro per Kyle Korver e 13 per George Hill. Per Boston 18 punti di Jayson Tatum, 13 per Rozier e 10 a testa per Jaylen Brown e Greg Monroe.

Commento

Commento

  1. Giorgio

    20/05/2018 22:54

    Sconfitta sonora per Boston, molto brava Cleveland, che ha dominato già dal primo quarto, in difesa e in attacco, aumentando pian piano il vantaggio nel corso del match. Male Boston, soprattutto in attacco, con Rozier e Tatum davvero pericolosi. Sono mancati soprattuto Horford e Brown, il primo annullato da Thompson (può succedere una partita), il secondo in parte per problemi di falli (dentro e fuori, ha giocato solo 20 minuti e si è preso solo 8 tiri), in parte perché non aveva l’intensità solita. Poco male, c’è ancora gara 4 per far saltare il fattore campo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics