Seguici su

Houston Rockets

NBA, Rockets avanti 1-0 sui Jazz: le reazioni a caldo

Rockets straripanti in Gara 1

Gli Houston Rockets, presentatisi più pronti e freschi ai nastri di partenza di Gara 1, hanno messo le cose in chiaro sin dal primo tempo (chiuso sul 64-39 e con 10 triple già a segno). 1-0 nella serie contro gli Utah Jazz e quarta vittoria consecutiva con un margine in doppia-cifra per i texani in questa campagna Playoff.

Abbiamo raccolto le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti nell’immediato post-partita. Harden e Paul (34 punti combinati alla pausa lunga, 58 alla sirena finale) hanno orchestrato l’attacco di Houston al meglio. Le considerazioni di The Beard:

Sia in attacco che in difesa abbiamo cercato di rendere loro la vita difficile, come facciamo in ogni partita. Abbiamo mosso la palla per cercare tiri con spazio e giocando con altruismo. Credo che la nostra squadra, in attacco, sia particolare. Nel corso della stagione ci siamo trovati ad  affrontare difese diverse tra loro nel e abbiamo visto un po’ di tutto. Ora siamo pronti per questo momento.”

Per gli avversari, la marcatura sul #13 resta, per ora, un dilemma irrisolto. Crowder, 3&D di Utah, detta la linea:

“Dobbiamo contestare tutti i tiri e farlo uscire dalla sua comfort zone. Se prende ritmo in attacco diventa dura fermarlo e l’avete visto soprattutto nel primo tempo stasera.”

Il punto di CP3:

“Abbiamo alzato il ritmo prendendo tiri da tre e in transizione variando, allo stesso tempo, le soluzioni: [tiri] in avvicinamento, dalla media distanza.”

Coach D’Antoni coccola le due superstar a roster:

“James è davvero a un livello d’élite e l’ho sempre detto. Non credo di dire cose che non abbiate potuto constatare con i vostri occhi. È fenomenale in stepback e ha tirato 7-12 da tre. Non so come tu possa pensare di marcarlo, in queste situazioni e nelle penetrazioni al ferro, che sono la sua forza. Se a ciò aggiungiamo la sua abilità di passatore, ha talmente tante armi per batterti e poi con i falli è intelligente. Sì, la difesa dei Jazz è super, ma James è James, e lo stesso vale per Chris […] fanno ciò che vogliono.”

Gara 2 è in programma sempre al Toyota Center nella notte tra mercoledì e giovedì.

 

Leggi anche:

Playoff NBA 2018, LeBron James domina Gara 7 e Cleveland vola in semifinale

NBA Playoff Preview: Houston Rockets-Utah Jazz

NBA, John Wall si aspetta cambiamenti al roster

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.