Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: LeBron regale e pareggio Cavs. Mitchell porta i Jazz sull’1-1. CP3 annienta i Timberwolves

King James ne mette 46; Donovan Mitchell con 55 punti nelle prime due partite di Playoff della carriera; Rockets sul 2-0 senza patemi

Risultati NBA

(4) Cleveland Cavaliers 100-97 Indiana Pacers (5)

La serie è sull’1-1.

Stamattina apriamo il nostro recap con un pensiero rivolto a coach Gregg Popovich: la moglie dell’allenatore dei San Antonio Spurs – Erin Popovich – si è spenta nella notte all’età di 67 anni. Condoglianze a coach Pop.

Venendo ai match del primo turno dei Playoff NBA 2018, la partita della notte è Gara 2 della serie tra Cleveland Cavaliers e Indiana Pacers. I Cavs, sconfitti in Gara 1 98-80, non hanno margine d’errore. Ci pensa LeBron: partitina da 46 punti, 12 rimbalzi, 5 assist e 2 rubate – con 17-24 dal campo e 2-5 da tre – per il Re. L’andazzo è chiaro da sùbito: a 3 minuti e 30 dall’inizio della partita il parziale recita 13 LeBron-0 Indiana. Il trend pro-Cleveland regge fino al termine del primo tempo, con le squadre che vanno a riposo sul 58-46 (con James che ha già 29 punti a referto).

Nella seconda metà della gara la musica cambia: i Pacers riescono a rientrare da uno svantaggio giunto anche sul -18 e rosicchiano punti ai Cavs per tutto il quarto conclusivo, trascinati dal solito ottimo Victor Oladipo. La guardia – che gioca solo 28 minuti per problemi di falli a inizio partita – riesce comunque a segnare 22 punti col 50% dal campo (prestazione sporcata dal 2-8 da tre e dalle 6 palle perse collezionate). Oladipo avrebbe pure – sul 95-92 Cavs a 27 secondi dal termine – la palla del pareggio, con un tiro da tre aperto. L’ex Magic sbaglia però una delle conclusioni più facili della serata e LeBron, con un 4-4 ai liberi nei due possessi successivi, sigilla la partita e una prestazione leggendaria. Questo il commento di James sulla vittoria:

“Coach Lue mi ha detto di attaccare da sùbito. E io l’ho fatto. Ho segnato un canestro e poi un altro e un altro ancora. Sono stato in fiducia da inizio partita. Da lì in poi ho cercato di prolungare il mio feeling positivo e di incidere fino in fondo sulla gara.”

Queste invece le dichiarazioni di Oladipo sulla conclusione del potenziale pareggio sbagliata nei secondi finali:

“Era un tiro da prendere, aperto. Capita di sbagliare. Lo riprenderei  mille volte.”

Da segnalare anche, per i Pacers, i 18 punti di Myles Turner e i 16 di Darren Collison. In casa Cavs 15 per Kevin Love, che però ha subìto un infortunio al pollice – definito non grave da coach Lue – nel finale. Venerdì, per Gara 3, la serie si sposta a Indiana.

(4) Oklahoma City Thunder 95-102 Utah Jazz (5)

La serie è sull’1-1.

La serie tra Thunder e Jazz si conferma, sin qui, una delle più equilibrate del primo turno di Playoff. Dopo la vittoria di 8 punti in Gara 1 di OKC, arriva quella di Utah di 7 in Gara 2. Mattatore dell’affermazione Jazz è il rookie Donovan Mitchell, che segna 28 punti nonostante un infortunio al piede sinistro (per lui si era parlato anche di indisponibilità per la partita). La guardia, che ne aveva messi a referto 27 nell’opener della serie, diventa così la prima matricola a segnare almeno 55 punti nelle due gare di Playoff iniziali della carriera dal 1990 (57 per David Robinson).

Mitchell – che ha tirato 0-7 da tre – ha parlato in un’intervista post-partita dello scatto mentale fatto nel quarto conclusivo (in cui ha realizzato 13 dei 28 punti complessivi):

“Ho parlato con Rudy Gobert. È stato lui a dirmi che ero 0-7 da tre punti e a spingermi ad attaccare di più il ferro. Per noi mettere pressione in difesa e giocare in penetrazione in attacco è la cosa migliore.”

Non solo di Mitchell si vive: 22 punti, 7 rimbalzi e 9 assist per Ricky Rubio (prima vittoria in postseason in carriera per lo spagnolo); 20 punti e 16 rimbalzi per Derrick Favors (entrambi career-high ai Playoff per lui); 13 punti, 15 rimbalzi e 3 stoppate per Rudy Gobert. Buona parte del lavoro, come sottolineato da Mitchell, i Jazz lo fanno però in difesa. I Thunder, infatti, tirano con il 40% dal campo (dopo il 48% in Gara 1) e col 31% da tre (48% in Gara 1). Nessun giocatore di OKC va sopra i 20 punti: 19 Westbrook (anche 9 rimbalzi e 13 assist); 18 George (con 10 rimbalzi e un pessimo 6-21 al tiro, dopo il 13-20 di Gara 1); 17 Anthony (9 rimbalzi).

I Thunder, a dire il vero, entrano nel quarto conclusivo in vantaggio (79-74). Poi sale in cattedra Mitchell, ma Melo ha per due volte il pallone del quasi-riaggancio (99-95 Utah a un minuto dal termine). Anthony fa 0-2 nei clutch shots e i Jazz portano a casa partita e pareggio. Sabato Gara 3, a Salt Lake City.

(1) Houston Rockets 102-82 Minnesota Timberwolves (8)

Houston guida la serie 2-0.

Passeggiata di salute per i Rockets, che dopo la vittoria sofferta di Gara 1 (104-101) strapazzano senza problemi i Timberwolves in Gara 2. La partita segna il riscatto di Chris Paul. CP3, che aveva segnato solo 14 punti in Gara 1, ne mette 27 nella seconda partita della serie. A fargli da partner in crime non è James Harden (solo 12 punti con 2-18 al tiro per il Barba, dopo i 44 dell’opener), bensì Gerald Green, che fa registrare 21 punti e 12 rimbalzi dalla panchina (5-12 da tre).

Questo il commento di Paul:

“Ho giocato aggressivo. Ho alzato il ritmo da sùbito. Siamo entrati in ritmo già a inizio partita, grazie a dei tiri facili.”

Spazio pure per il cinese Zhou Qi nella larga vittoria dei Rockets

I Timberwolves, in buona sostanza, sono battuti già a metà gara (55-40 pro Rockets il parziale; anche se Minnie parte con un 23-18 nel primo quarto). Il peggiore dei suoi è di nuovo Karl-Anthony Towns (8 punti nell’opener, 5 stanotte; 5-18 al tiro complessivo) che sta perdendo il confronto col pariruolo Clint Capela. 13 per Wiggins, 11 per Butler, 16 per un positivo Bjelica dalla panchina. La serie ora si sposta a Minnesota (sabato Gara 3). I Timberwolves non possono più sbagliare: dallo 0-3, soprattutto contro questi Rockets, non ci si rialza.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.