Seguici su

Houston Rockets

Rockets, il proprietario pronto a pagare la luxury tax

Fertitta pronto ad un sacrificio se i Rockets avranno ambizioni di titolo

Anche dopo aver firmato Joe Johnson e Brandan Wright questa settimana, gli Houston Rockets rimangono leggermente al di sotto della soglia di imposta sul lusso per il 2017/18. La prossima stagione, tuttavia, se la squadra vuole rimettere sotto contratto giocatori come Chris Paul, Clint Capela e Trevor Ariza , senza citare la possibilità di prendere LeBron James, i texani entrerebbero in territorio luxury tax. Uno spauracchio per molti proprietari ma non per Tilman Fertitta.

Il neo proprietario dei Rockets infatti, dopo aver pagato la franchigia 2.2 miliardi di dollari ad inizio stagione da Leslie Alexander, ha dichiarato a Sam Amick di USA Today che non avrebbe problemi a pagare tale imposta, se i suoi avessero legittime ambizioni di titolo.

“L’NBA è un affare complicato e puoi passare dal fare soldi a perderli molto rapidamente. Io ho pagato la franchigia oltre 2 miliardi di dollari e anche se non ne valgo 20, non ho problemi a pagare la tassa sul lusso se penso davvero che mi dia una concreta chance di vincere il titolo il prossimo anno.”

I commenti di Fertitta non significano però che i Rockets spenderanno cifre folli per essere competitivi. L’imprenditore ha infatti dichiarato che già così, senza cioè superare il tetto massimo di ingaggi, Houston è competitiva, aggiungendo anche che non è detto che chi spendi di più poi alla fine vince.

Fertitta però ha fiducia nel GM Daryl Morey e sul fatto che saprà usare sapientemente i suoi soldi. D’altronde il rapporto tra i due è molto buono. È lo stesso Morey infatti che, pochi giorni fa, ha dichiarato di aver già discusso col proprietario, riguardo le linee guida per la prossima stagione (monte ingaggi compreso).

“Abbiamo parlato della possibilità di dover pagare la luxury tax perché quasi certamente nella prossima stagione saremo costretti a pagarla. Ma questo non lo spaventa, anzi. È fermamente convinto di voler spendere per allestire una squadra da titolo.”

 

Leggi anche:

Joe Johnson è arrivato ai Rockets

Tony Allen tagliato dai Bulls, Rockets e Thunder sul giocatore

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets