Seguici su

Mercato NBA 2022

Mercato NBA, cosa aspettarsi dalla trade deadline di febbraio

Si avvicina la data di chiusura per operare scambi in vista del finale di stagione

ben simmons

Una data nel calendario NBA è attesa con impazienza dai fan di tutte le squadre: il 10 febbraio, ovvero l’ultimo giorno della regular season 2021/2022 in cui è possibile eseguire scambi di giocatori. Tradizionalmente, l’attività del mercato si intensifica in modo significativo in prossimità della scadenza, poiché le squadre si stanno preparando per la parte finale della stagione ed ai conseguenti Playoff. Quasi ogni anno, un paio di grandi nomi cambiano effettivamente compagine d’appartenenza proprio in prossimità della trade deadline. Mentre ci avviciniamo a questa data importante, la speculazione su possibili colpi di mercato sta dilagando, ma può essere difficile distinguere gli indizi reali da semplici voci di spogliatoio. Qualsiasi scambio di alto profilo avrebbe naturalmente un impatto sulle prestazioni della squadra, quindi coloro che utilizzano il codice bonus bet365 2022 – come indicato da codicebonus.it – relativamente alla NBA, stanno anticipando con impazienza la fine dell’azione.

 

La situazione Ben Simmons a Phila

Tutti gli occhi sono puntati sui Philadelphia 76ers, che stanno ancora cercando di scambiare la star PG Ben Simmons. Il giocatore ha rifiutato di giocare a più riprese per Phila ed è stato lontano dalla squadra per mesi, ma ciò non ha impedito ai Sixers di chiedere in cambio un giocatore d’élite, preferibilmente qualcuno come Damian Lillard di Portland o Bradley Beal di Washington. Senza la certezza che nessuna di quelle superstar verrà spostata in questa stagione, Philadelphia potrebbe alla fine dover prendere un giocatore minore da Sacramento, Minnesota o Toronto. La soluzione a questa tanto sospirata diatriba potrebbe avere un effetto domino sul resto del mercato, poiché altre squadre – non chiudendo l’affare Simmons – potrebbero concentrare la loro attenzione su un altro obiettivo. A complicare le cose, ci sono rapporti non proprio chiari, secondo cui Philadelphia vorrebbe sbarazzarsi anche di Tobias Harris e del suo ingente stipendio.

 

Jerami Grant in uscita da Detroit?

Un altro giocatore che è saldamente nel radar di mezza NBA è Jerami Grant. Medaglia d’oro olimpica lo scorso anno, Jerami è riconosciuto come ottimo giocatore ma bloccato in una pessima squadra, quindi non sorprende che diverse compagini stiano cercando di aggiudicarselo. Inclusi i Los Angeles Lakers, che stanno affrontando difficoltà nel tentativo di scaricare Russell Westbrook e il suo gigantesco contratto. Anche i Dallas Mavericks e New York Knicks sono alla ricerca di novità. I Knicks hanno già acquisito Cam Reddish da Atlanta, ed entrambe le squadre potrebbero fare ulteriori mosse mentre cercano di rafforzare la loro rosa.

 

Rivoluzione Indiana, Sacramento e Portland

Nel frattempo, gli Indiana Pacers stanno lottando per tenere il passo nella Eastern Conference e si ritiene che stiano esplorando scambi per Miles Turner, Caris La Vert e forse anche Domantas Sabonis. Ognuno di questi giocatori potrebbe avere un impatto importante su ciascuna squadra, ma non è chiaro quale sia il prezzo di ognuno. Anche Sacramento e Portland entro la scadenza vorrebbero vendere i loro i loro giocatori migliori. Sarebbero infatti disponibili a cedere i loro gioielli di famiglia in cambio di qualcosa di molto interessante. Tuttavia, poiché la maggior parte dei potenziali acquirenti è vicina a sforare la luxury tax o la hanno già superata, in qualsiasi grande mercato potrebbe essere necessaria la partecipazione di una terza squadra per gestire gli stipendi.

Oklahoma City potrebbe facilmente essere la squadra che faciliti uno scenario del genere, dato che i Thunder in fase di ricostruzione hanno molto spazio a disposizione e hanno mostrato negli ultimi anni una attenzione particolare per giocatori di prima fascia. Altre squadre che potrebbero assorbire grandi contratti e scambi con giocatori multi-team, potrebbero essere Detroit, Houston o Orlando. Ovviamente, tali accordi sono complessi da instaurare e tendono a verificarsi quanto più ci si avvicina alla scadenza, quindi è ancora troppo presto per dire se è in corso uno scambio di un giocatore importante o meno.

 

Leggi Anche

NBA, Carmelo Anthony discute con un tifoso dei 76ers

NBA, è Curry-Thompson show contro i Twolves

Classifica NBA 2021-2022

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2022