Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Steph Curry: “Asticella molto in alto, tornare a quei livelli”

Gli Warriors in corsa contro sé stessi

Un inciampo, quello contro i Milwaukee Bucks, da cui Golden State saprà trarre la giusta lezione. L’impressione è questa, almeno stando a sentire Steph Curry in conferenza stampa al termine della partita.

Warriors, partenza falsa, Curry mette ordine

Il #30 ha chiaro il tasto dolente di serata:

“Ci sono cose su cui lavorare, è chiaro, ma non siamo in una situazione in cui non sappiamo cosa fare. Milwaukee ora ha acquisito un DNA vincente e mette pressione con il gioco in area e lo spacing in campo. Siamo partiti malissimo, non ha funzionato nulla. Loro hanno mostrato più fame nel modo di giocare per un quarto e mezzo. In difesa a tratti ci sono stati segni di vita ma a inizio stagione abbiamo posto il metro di paragone con un’asticella molto in alto e dobbiamo tornare a quei livelli. Siamo noi contro noi stessi, nel confronto. Quest’anno abbiamo perso contro ottime squadre, ne abbiamo battute altrettante di spessore, siamo stati asfaltati in un paio di occasioni: una stagione da 82 partite è così. Il problema si presenta quando ci sono aspetti che ritornano da correggere sera dopo sera. […] Che ci manchi Draymond  [ Green] è dir poco. Vogliamo raddrizzare la nave il prima possibile, ma niente panico.”

 

Leggi anche:

Risultati NBA, Milwaukee abbatte Golden State, i Nets crollano con OKC, bene Memphis

 Budenholzer applaude la difesa dei suoi Bucks

Mercato NBA, Reddish ai Knicks; ad Atlanta Knox e una 1ª scelta protetta

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors